Assunzioni infermieri e OSS 2020: 20 mila posti senza concorso

Pubblicato il 9 Marzo 2020 alle 11:50 Autore: Guglielmo Sano

Assunzioni infermieri e Oss: l’emergenza legata alla diffusione dei contagi da nuovo coronavirus detta la necessità di reperire professionalità sanitarie

Porta ospedale
Assunzioni infermieri e OSS 2020: 20 mila posti senza concorso

Assunzioni infermieri e Oss: l’emergenza legata alla diffusione dei contagi da nuovo coronavirus detta la necessità di reperire professionalità sanitarie con urgenza. Il governo ha dunque varato un provvedimento che consentirà l’assunzione di 20mila tra medici, infermieri e Oss. Diverse regioni si stanno attrezzando per ampliare il proprio organico ospedaliero, non solo quelle sottoposte a quarantena.

Assunzioni infermieri e OSS: misure d’emergenza

Con il Dpcm del 5 marzo scorso, il governo ha messo in campo diverse misure volte a rafforzare la rete di assistenza sanitaria territoriale. Tra queste il conferimento con carattere straordinario di incarichi di lavoro autonomo a personale sanitario in quiescenza, la rideterminazione dei piani di fabbisogno del personale delle aziende e degli enti del SSN, l’incremento delle ore della specialistica ambulatoriale e l’assunzione di medici specializzandi, da destinare allo svolgimento di specifiche funzioni.

Per quanto riguarda questo ultimo punto, considerando anche il numero di contagiati tra gli appartenenti al personale sanitario (i casi dovrebbero aggirarsi intorno ai 250 come precisato dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro), si procederà all’assunzione di circa 5mila medici, 10mila infermieri e 5mila operatori sanitari.

Non sarà previsto un vero e proprio concorso, la selezione si svolgerà a seguito di un colloquio orale e una valutazione dei titoli dei candidati. Agli assunti sarà garantito un contratto di due anni a cui potrà seguire l’assunzione a tempo indeterminato presso le strutture dove sono stati impiegati. Da precisare che nel corso della gestione dell’emergenza, non saranno applicati i limiti di orario previsti dal CCNL.

Sondaggi elettorali TP, ora gli italiani hanno paura del coronavirus

Le regioni si attrezzano

Per esempio, qualche giorno fa, l’assessore alla Sanità del Piemonte Luigi Icardi ha fissato nella giornata di oggi – lunedì 9 marzo 2020 – il termine a partire dal quale la regione darà il via alla procedura di assunzione di medici, infermieri e operatori sanitari per fronteggiare l’emergenza contagi da nuovo coronavirus. “A questo scopo presso l’Unità di crisi è stato istituito un Ufficio acquisizioni risorse umane, che provvederà anche all’attivazione del reclutamento degli specializzandi delle Scuole di Medicina delle Università di Torino e del Piemonte orientale, con le quali è stata predisposta una convenzione” ha precisato Icardi alla stampa.

Anche il Presidente della Sardegna Christian Solinas si è mosso in questa direzione emanando una delibera che prevede l’assunzione di medici e infermieri con contratto libero professionale a tempo determinato e Oss attingendo dalle graduatorie anche oltre il fabbisogno stabilito per la regione. Anche per la Puglia sono stati diffuse alcune cifre: dovrebbe scattare l’immediata assunzione di oltre 670 medici, 1.200 infermieri e 650 tra Oss e tecnici vari.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →