Concorso straordinario scuola 2020: modifiche per Coronavirus in arrivo?

Pubblicato il 26 Marzo 2020 alle 15:32 Autore: Linda Sogaro

Concorso straordinario scuola 2020: modifiche per coronavirus in arrivo? Ecco quali sono le date previste e le richieste dei sindacati

Concorso straordinario scuola 2020: modifiche per Coronavirus in arrivo?

L’atteso concorso straordinario scuola 2020, subirà delle alterazioni rispetto all’emergenza Covid-19 e ai nuovi provvedimenti del decreto Cura Italia? Ecco nei dettagli quali sono le richieste dei sindacati e una fotografia sui numeri del precariato in questo momento.

Concorso straordinario scuola: situazione attuale

Come è stato deciso dal decreto Cura Italia, tutti i concorsi pubblici sono stati sospesi per un periodo di due mesi. Questo però non riguarderà il concorso straordinario scuola, nè quello ordinario, dal momento che i bandi, allo stato attuale, non sono stati pubblicati.

Pur avendo la ministra Azzolina preannunciato una data indicativa verso la fine di Aprile, i sindacati si stanno domandando se i bandi usciranno in tempo per le assunzioni di settembre: per questo motivo, proprio il Gilda insegnanti richiede che le assunzioni partano già dal primo settembre, rimandando la selezione ad una fase successiva.

Nello specifico, come si evince dal comunicato, il sindacato richiede i seguenti provvedimenti:

  • Che tutti coloro che possiedono i requisiti previsti per la partecipazione al concorso, frequentino un percorso abilitante alla professione.
  • Che chi ha acquisito tre anni di servizio nella scuola statale, ottenga una stabilizzazione del contratto di lavoro.
  • La procedura di selezione che avverrà dopo, sarà utile a stabilire chi rientrerà nei 24mila posti resi disponibili dal bando per il ruolo e chi invece potrà conseguire l’abilitazione all’insegnamento.

L’8 Aprile il decreto Cura Italia diventa legge ed essendo la pubblicazione dei bandi prevista per il 30 Aprile, i sindacati come Gilda stanno lavorando per l’inserimento degli emendamenti sopraelencati prima della fine del mese venturo.

Altri numeri

I sindacati prevedono un alto tasso di posti disponibili per l’anno prossimo stimando, nello specifico, che la percentuale di precariato nel mondo dell’insegnamento si attesterà sul 25%. Ai 150mila supplenti se ne aggiungerebbero altri 50mila a partire da settembre. Questi numeri mettono ulteriormente in risalto che i posti resi disponibili dal concorso straordinario scuola sono soltano, 24mila: un insegnante su otto.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Linda Sogaro

Laureata in "Psicopatologia Dinamica Dello Sviluppo" presso la Sapienza, Università di Roma. Specializzata in Social Media, ha collaborato con diversi blog e testate di critica teatrale. Appassionata di scrittura, psicologia e teatro, collabora con Termometro Politico da Maggio 2019.
    Tutti gli articoli di Linda Sogaro →