Mascherina fai da te con stoffa: a che serve e quanto è efficace

Pubblicato il 7 Aprile 2020 alle 12:40 Autore: Daniele Sforza
Mascherina fai da te con stoffa
Mascherina fai da te con stoffa: a che serve e quanto è efficace

Come fare una mascherina fai da te con la stoffa? Ma la domanda ancora più utile da fare è la seguente: è davvero utile ed efficace una mascherina fai da te? Più che altro è necessario capire che, in mancanza di quelle chirurgiche, FFP2 o FFP3, sono meglio di niente. C’è anche chi consiglia di indossare sciarpe per coprire naso e bocca, ma la condizione essenziale è che al termine dell’utilizzo queste vadano lavate immediatamente a temperature elevate. E per quanto riguarda le mascherine fai da te con stoffa? Sperando che i rifornimenti arrivino presto nelle farmacie potrebbe essere una soluzione temporanea.

Come fare una mascherina fai da te con la stoffa

Fare le mascherine fai da te con la stoffa non deve essere un’impresa improba per chi ha familiarità con i tessuti e il cucito (anche a livello amatoriale). Per fare una mascherina con della semplice stoffa, è necessario ritagliare un pezzo di stoffa grande a sufficienza da coprire naso e bocca, che possa essere aderente al volto. Alle estremità andranno poi inseriti degli elastici che andranno allungati fin dietro le orecchie.

Mascherina fai da te con stoffa: efficiente o inutile?

Si discute molto dell’efficienza delle mascherine artigianali, in merito soprattutto alla capacità di protezione dal virus. La risposta più comune è che le mascherine artigianali sono meglio di niente: ovviamente è più utile avere una mascherina FFP3, che è quella che garantisce il massimo livello di protezione, o una FFP2. Le mascherine artigianali possono essere usate per le uscite veloci e quando ci si reca in luoghi non troppo affollati (in mancanza di niente, in questo momento, vanno bene anche nei supermercati dove le entrate sono contingentate). Il distanziamento sociale va sempre e comunque rispettato. Concludendo le mascherine di stoffa vanno bene in mancanza di nulla, ma non possono assicurare un elevato livello protettivo quando si hanno dei contatti ravvicinati con una persona contagiata, proprio per la loro assenza di filtraggio e per un’efficacia protettiva non paragonabile alle mascherine “professionali”.

Mascherine fai da te con stoffa: come pulirle

Le mascherine, per eccesso precauzionale di sicurezza, andrebbero utilizzate una sola volta, ma se non si è capaci di produrne diverse, allora è possibile pulirle con prodotti disinfettanti che contengano almeno il 75% di alcol. Dopo il lavaggio si consiglia di stirarle con il ferro a vapore. Per l’utilizzo delle mascherine, vi consigliamo di leggere le raccomandazioni contenute in questo articolo valide anche per le mascherine fai da te fatte con la stoffa.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →