Bollo auto 2020 e revisioni: decreto cura Italia, arrivano le proroghe

Pubblicato il 19 Settembre 2020 alle 05:06 Autore: Daniele Sforza

Arrivano le proroghe di quanto previsto dal decreto Cura Italia in merito a bollo auto 2020 e revisioni a causa dell’emergenza Coronavirus.

Notifica multe pec: nuove regole in vigore, ecco cosa cambia
Bollo auto 2020 e revisioni: decreto cura Italia, arrivano le proroghe

Tra Rc auto, multe, revisioni e bollo auto 2020, l’emergenza Coronavirus ha costretto al rinvio di molte scadenze, visto che gli automobilisti sono costretti a restare isolati al proprio domicilio e nella maggior parte dei casi l’auto è rimasta parcheggiata da ormai due mesi. Arrivano le proroghe previste dal Decreto Cura Italia in fase di approvazione, allo scopo di rispondere alle esigenze degli automobilisti già penalizzati dalle conseguenze della crisi sanitaria.

Bollo auto 2020 e revisioni: arrivano le proroghe

La sospensione (e quindi il rinvio) del pagamento del bollo auto 2020 non è di competenza dello Stato, essendo un tributo regionale. A oggi, più del 50% delle Regioni italiane hanno provveduto a rinviare i pagamenti dovuti nei mesi di marzo, aprile e maggio al 30 giugno o, in alcuni casi, anche al 31 luglio. Altre Regioni, come Calabria e Sicilia, non hanno ancora provveduto a ufficializzare la proroga, ma potrebbero farlo a breve. Per saperne di più vi invitiamo a leggere questo articolo.

Stesso discorso vale per le revisioni auto: previste proroghe per le bombole e i serbatoi delle auto alimentate a metano e Gpl. Nel primo caso le scadenze comprese tra il 31 gennaio e il 15 aprile sono rinviate al 15 giugno, data nella quale sarà possibile circolare in deroga. L’estensione della deroga per i veicoli alimentati a Gpl, invece, è fino al 31 ottobre. Le auto che dovranno effettuare il controllo di revisione entro il 31 luglio potranno continuare a circolare fino al 31 ottobre.

Rc auto: il punto della situazione

In merito alla Rc auto, una novità attesa da molti: il decreto prevede infatti la possibilità di sospendere l’assicurazione auto fino al termine massimo del 31 luglio. Sarà possibile farlo a partire dal giorno in cui il provvedimento convertito in legge sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Chi opterà per la sospensione non potrà più utilizzare l’auto, né lasciare il mezzo in parcheggi pubblici o in sosta su strade pubbliche. Questo significa che i beneficiari del provvedimento saranno solo quelli che hanno uno spazio privato dove poter parcheggiare la macchina. Confermata anche la proroga della validità della Rc auto da 15 a 30 giorni per le assicurazioni in scadenza tra il 21 febbraio e il 31 luglio 2020.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →