Coronavirus Sicilia, ultime notizie: morti, contagiati al 23 Aprile

Pubblicato il 24 Aprile 2020 alle 15:46 Autore: Alessandra Calabrese

Ultime news sul Coronavirus in Sicilia con dati di morti, contagiati e guariti. Informazioni generali sull’andamento dei casi in tutta Italia.

Coronavirus Sicilia, ultime notizie: morti, contagiati al 23 Aprile
Coronavirus Sicilia, ultime notizie: morti, contagiati al 23 Aprile

Finalmente il coronavirus ha rallentato la sua corsa: in Sicilia diminuiscono i contagi e per effetto collaterale anche i ricoveri. Questo comporta quindi maggiore assistenza sanitaria e un aumento graduale dei guariti.

Ad oggi l’isola ha effettuato 62.150 tamponi, (+3.418), 43 dei quali risultati positivi. Il numero dei contagi è salito a 2.926, ma 421 sono le persone guarite (+43), 213 i decessi (+5) e il numero degli attuali positivi è fissato ora a 2.301. Di questi 510 sono i pazienti ricoverati (-25), 34 sono in terapia intensiva (-1), mentre i restanti 1.719 in isolamento domiciliare (+39).

Si pensa che la Sicilia possa essere una delle prime regioni a ripartire, grazie al basso numero di contagi che c’è stato dall’inizio della pandemia. Inizialmente si pensava che la situazione potesse degenerare: infatti molte zone come Enna, Salemi o Catania erano e sono ancora considerate zone rosse, ma il picco in realtà è stato raggiunto subito e la regione ha mantenuto quindi una discreto e potremmo dire anche stabile numero di contagi.

LEGGI LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

Coronavirus Italia, informazioni generali sulla pandemia

Il Coronavirus non sembra più spaventare come all’inizio. In Italia la situazione tende sempre a migliorare e anche ieri si è notato un decremento nella linea dei contagi. In attesa dei nuovi dati odierni, l’Italia conta 22.871 ricoverati con sintomi (-3,9%), 2.267 in terapia intensiva (-4,9%), 81.710 persone in isolamento domiciliare (+0,2%), 57.576 tra i dimessi e i guariti (+5,6%), 25.549 decessi, (+1,8%), per un numero di 106.848 attualmente positivi (+1,8%) e 189.978 casi totali dall’inizio della pandemia nel paese.

Si inzia a credere sempre di più che il 4 maggio ci sia la possibilità di avviare la fase 2 e quindi riprovare ad avere un primo contatto con l’esterno per l’avvio della normalità e della ripresa economica e sociale del Paese.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it