Carta d’identità elettronica sugli smartphone, cosa cambia e a che serve

Pubblicato il 8 Giugno 2020 alle 10:15 Autore: Daniele Sforza

La carta d’identità elettronica arriva su tutti gli smartphone: ecco cosa cambia nel dettaglio, a cosa serve e gli ultimi aggiornamenti sul tema.

Carta d'identità elettronica su smartphone
Carta d’identità elettronica sugli smartphone, cosa cambia e a che serve

Ora che la carta d’identità elettronica è arrivata anche sugli iPhone possiamo dire che il documento in formato elettronico è disponibile su tutti gli smartphone. A darne notizia è stato l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato con apposito comunicato stampa, in quanto responsabile dell’applicazione CIEid. Questo significa che adesso sarà possibile scaricare l’applicazione (che è gratuita) anche sugli iPhone per i possessori del melafonino, visto che fino a poco tempo fa l’app era disponibile solo per gli smartphone Android.

Carta d’identità elettronica anche su iPhone

A partire dallo scorso 4 giugno 2020 è possibile accedere ai servizi online anche da smartphone con sistema operativo iOS con la Carta d’Identità Elettronica. L’applicazione gratuita CIEid consente l’identificazione in rete con la CIE ed è quindi disponibile anche sull’Apple Store. “In questo modo viene estesa a tutti i 15 milioni di cittadini che già possiedono una CIE la possibilità di autenticarsi in sicurezza ai servizi digitali di pubbliche amministrazioni”, si legge nel comunicato.

CIE su smartphone: a cosa serve

Molto soddisfatto l’Amministratore delegato dell’Istituto, Paolo Aielli: “Siamo orgogliosi di contribuire alla trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione, ogni giorno di più, affiancando il Ministero dell’Interno nella produzione di un documento all’avanguardia in ambito europeo”, le sue parole. Il Prefetto e Direttore Centrale per i Servizi Demografici del Ministero dell’Interno Andrea Polichetti ha commentato la notizia definendo lo sbarco della CIEid su Apple Store come “un altro passo in avanti nella semplificazione della vita dei cittadini”.

Il comunicato stampa conclude infine con un riferimento all’attualità. “Nell’attuale fase di emergenza sanitaria in cui è auspicabile che le pubbliche amministrazioni attivino il maggiore numero di servizi online, in alternativa al tradizionale sportello, la CIE è lo strumento di identità digitale rilasciato dallo Stato che i cittadini possono utilizzare, in sicurezza, per l’autenticazione e l’accesso ai servizi online delle amministrazioni pubbliche”. Naturalmente l’utilità si farà sentire anche dopo l’emergenza sanitaria, soprattutto per evitare la noia di recarsi fisicamente presso gli sportelli fisici degli uffici, in special modo per tutte quelle operazioni che è possibile effettuare rapidamente e comodamente da casa.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →