Mixer si rinnova: nuova partnership per la Microsoft

Pubblicato il 23 Giugno 2020 alle 14:49
Aggiornato il: 12 Luglio 2020 alle 10:03
Autore: Guglielmo Sano

A partire da fine mese prossimo, si apre una nuova fase per Mixer, la piattaforma Microsoft dedicata al mondo dei videogiochi

Mixer si rinnova: nuova partnership per la Microsoft
Mixer si rinnova: nuova partnership per la Microsoft

A partire da fine mese prossimo, si apre una nuova fase per Mixer, la piattaforma Microsoft dedicata al mondo dei videogiochi e integrata con l’universo Xbox. Tutto ciò che veniva offerto dal servizio di streaming passerà a Facebook Gaming. I dettagli dell’affare.

Mixer: Microsoft passa la palla a Facebook

Si apre una nuova fase per Mixer, la piattaforma dedicata allo streaming sul mondo videogiochi targata Microsoft: dal 22 luglio prossimo in poi, si sposta su Facebook Gaming. Cosa cambierà nel concreto? Molto si scoprirà nel corso delle prossime settimane ma già si sa che tutti gli streamer e i partner dell’ex piattaforma Microsoft saranno mantenuti anche da Facebook gaming. La nuova partnership tra i due colossi si può definire in più di un modo “storica”: basta considerare che si riduce da 4 a 3 il numero dei protagonisti nel settore. Infatti, restano soltanto Twitch, Youtube Gaming (Stadia) e, appunto, la piattaforma Facebook-Microsoft a spartirsi un mercato in continua espansione.

Una partnership storica per il settore

Il passaggio di Mixer alla Facebook Gaming, come si diceva, è un momento storico per il settore dei servizi di streaming incentrati sul mondo dei videogiochi. A spiegare le motivazioni che hanno determinato la scelta di Microsoft è stato lo stesso capo del dipartimento gaming dell’azienda Phil Spencer: in sostanza – nonostante potesse contare sulla presenza di streamer importanti, uno su tutti Tyler “Ninja” Blevins, molto noto agli appassionati di Fortnite – Mixer non riusciva a produrre l’audience che ne avrebbe continuato a giustificare l’esistenza. La piattaforma sin dal lancio nel 2017 è sempre stata quarta su quattro, tra l’altro “a distanza”, per ore viste al mese; neanche durante la quarantena mondiale è riuscita a guadagnare terreno a differenza delle altre tre. Con il passaggio in capo a Facebook, invece, l’ecosistema Xbox potrà sicuramente raggiungere una platea ben più ampia di giocatori: le stime più ottimistiche parlano di addirittura 2 miliardi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →