Braciole al sugo

Pubblicato il 19 Settembre 2020 alle 07:17 Autore: Claudia Mustillo

Le braciole al sugo sono una ricetta facile e veloce da preparare, un piatto tradizionale ricco di gusto e di sapore. Vediamo la ricetta

Braciole al sugo

Le braciole al sugo sono una ricetta facile e veloce da preparare, un piatto tradizionale ricco di gusto e di sapore. Seguite questa ricetta per lasciare tutti a bocca aperta. Vediamo insieme il procedimento

Ingredienti

  • 4 fette di carne di vitello 
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 pezzo di pecorino romano
  • 750 ml di salsa di pomodoro
  • 1/2 cipolla
  • Mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Per preparare le braciole al sugo iniziamo mettendo sul tagliere la carne per batterla con il batticarne. Poi tagliate finemente la cipolla e mettetela a rosolare in padella insieme ad un filo d’olio extravergine di oliva. Intanto tagliate l’aglio ed il prezzemolo, poi stendete le fettine una alla volta, aggiungete il sale, il pepe, il prezzemolo, l’aglio e un pezzetto di pecorino romano. 

Arrotolate le braciole e fissatele con due stuzzicadenti, poi quando la cipolla sarà appassita aggiungete le braciole nel tegame e fate cuocere da entrambi i lati. Poi sfumate con il vino bianco e alzate la fiamma per far evaporare l’eccesso di vino. Quando il vino sarà evaporato aggiungete la salsa di pomodoro, un po’ di acqua e lasciate cuocere per due ore. 

Passate due ore, togliete il coperchio e lasciate cuocere altri 60 minuti le braciole al sugo, poi assaggiate questa deliziosa ricetta e vedrete che non ve ne pentirete. Potete preparare questa ricetta per i pranzi della domenica, oppure per qualche occasione speciale con la famiglia. Sicuramente vedrete che resteranno tutti a bocca aperta davanti a questa prelibatezza. Un piatto semplice, ma ricco di gusto. Non dimenticate, poi, di servirlo insieme a del pane – magari con molta mollica – per permettere a tutti di fare un po’ di scarpetta con il sugo. Buon appetito, ci vediamo alla prossima ricetta