Contributi Inps 2020: quando riprendono i versamenti e chi deve pagare

Pubblicato il 23 Luglio 2020 alle 14:15 Autore: Daniele Sforza

Quando riprendono i versamenti dei contributi Inps 2020 e chi è tenuto a pagare: ecco le nuove date dopo i rinvii degli adempimenti fiscali.

Contributi Inps 2020 quando riprendono i versamenti
Contributi Inps 2020: quando riprendono i versamenti e chi deve pagare

Dopo la sospensione del versamento dei contributi Inps a causa della crisi sanitaria, è tempo di rimettere mano alla propria agenda e segnare le nuove date in arrivo, verso le quali sono slittati i nuovi adempimenti. Infatti, la prima scadenza da considerare cade il 31 luglio 2020 per le imprese florovivaistiche, mentre il 16 settembre 2020 è la data X per tutti quei professionisti titolari di partita Iva a cui sono stati sospesi gli adempimenti fiscali e previdenziali. L’Inps ha precisato tutte le informazioni del caso rispetto alle nuove date e ai versamenti nel messaggio n. 2871 del 20 luglio 2020.

Modalità di versamento dei contributi Inps sospesi per le aziende con dipendenti

Il pagamento deve essere effettuato tramite modello F24 compilando la Sezione Inps, usando il codice contributo DSOS ed esponendo la matricola dell’azienda seguita dallo stesso codice usato per la rilevazione del credito (N966 – N967 – N968 – N979 – N970 – N971 – N972 – N973). L’Inps riporta dunque una tabella esemplificativa.

Codice SedeCausale ContributoMatricola Inps/Codice Inps/Filiale AziendaPeriodo dalPeriodo alImporti a debito versati
 DSOSPPNNNNNCCN9XXmm/aaaamm/aaaa 

Nel caso in cui il contribuente usufruisca di più sospensioni con la medesima scadenza di restituzione, dovrà compilare più righe del modello F24, una per ciascun periodo di sospensione, valorizzando in maniera separata i codici corrispondenti. Qualora le aziende beneficiarie della sospensione contributiva non abbiano assolto gli adempimenti riguardanti la trasmissione della denuncia Uniemens, gli stessi dovranno essere assolti entro il 16 settembre 2020 (entro il 31 luglio 2020 per le imprese del settore florovivaistico, come abbiamo accennato sopra). Ai fini della compilazione del flusso Uniemens le aziende interessate inseriranno nell’elemento DenunciaAziendale, AltrePartiteACredito, CausaleACredito il valore N9xxx, e le relative Somme a credito che rappresentano l’importo dei contributi sospesi. Il risultato dei DatiQuadratura, TotaleADebito e TotaleACredito potrà dare luogo a un credito a favore dell’Inps da versare con le consuete modalità, tramite modello F24, ovvero a un credito a favore dell’azienda o a un saldo pari a zero.

Tasse con lo sconto per il cittadino che addebita su C/C: la novità

Modalità di versamento dei contributi Inps sospesi per artigiani e commercianti

L’Inps rammenta che interessati alla sospensione sono anche i contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali alla scadenza del 18 maggio 2020 relativamente al I trimestre 2020. Ciò interessa solo i soggetti che hanno registrato una riduzione del fatturato o dei corrispettivi riferiti all’impresa per la quale sussiste l’obbligo di iscrizione, come da riferimento al paragrafo 2.2 della circolare n. 59/2020.

Per ciò che concerne la ripresa dei versamenti contributivi da effettuare entro il 16 settembre 2020 (unica soluzione oppure in 4 rate) i contribuenti possono utilizzare apposita codeline che si trova nel Cassetto previdenziali per Artigiani e Commercianti nella sezione Posizione AssicurativaDilazioni: “Mod. F24 Covid19”, dove è possibile scaricare anche il modello F24 precompilato per usare il versamento.

Aziende tenute al versamento dei contributi alla Gestione Separata

I committenti tenuti al versamento nella Gestione Separata devono versare la contribuzione dovuta, riferita ai compensi effettivamente pagati nel periodo di sospensione e denunciati nel flusso Uniemens con il codice 31 “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. D.L. n. 18/2020, art. 78 comma 2- quinquiesdecies” entro il 31 luglio 2020. I committenti tenuti al versamento nella Gestione Separata con riferimento ai compensi effettivamente pagati nel periodo di sospensione e denunciati nel flusso Uniemens con i codici 24, 25, 26, 27, 28, 29 e 30 devono versare la contribuzione dovuta entro il 16 settembre 2020. I versamenti andranno effettuati compilando la Sezione Inps del modello F24 come da tabella esemplificativa illustrata dall’Istituto nel recente Messaggio.

Codice SedeCausale ContributoMatricola Inps/Codice Inps/Filiale AziendaPeriodo dalPeriodo alImporti a debito versati
 CXX/C10 mm/aaaamm/aaaa 

Messaggio Inps n. 2871 del 20 luglio 2020 in pdf

Per leggere in versione integrale il Messaggio Inps n. 2871 del 20 luglio 2020 vi invitiamo a cliccare su questo link.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →