Personale Ata 3 fascia 2020: stipendio e come si calcola il punteggio

Pubblicato il 27 Luglio 2020 alle 14:58 Autore: Daniele Sforza

Aggiornamenti e notizie utili sul personale Ata di III fascia: a quanto ammonta lo stipendio di un collaboratore scolastico? Come calcolare i punteggi?

Personale Ata 3 fascia stipendio
Personale Ata 3 fascia 2020: stipendio e come si calcola il punteggio

Quando parliamo di personale Ata III fascia spesso parliamo di inserimenti in graduatoria, bandi di concorso e procedure di reclutamento. In questo articolo parleremo invece dello stipendio medio che percepisce un collaboratore scolastico, nonché della valutazione dei punteggi. Andiamo quindi a vedere quanto guadagna un componente del personale Ata e secondo quali criteri vengono valutati i suoi titoli.

Personale Ata III fascia: stipendio medio

Lo stipendio medio annuo di un collaboratore scolastico è di 18.500 euro lordi. Ovviamente la cifra è approssimativa, ma in media ruota attorno ai 1.080 euro mensili, una retribuzione che secondo le stime di JobbyDoo è inferiore del 30% rispetto alla retribuzione media in Italia (-470 euro). In ogni caso lo stipendio lordo annuo di un collaboratore scolastico parte da circa 15.500 euro e può arrivare fino a 20.000 euro.

Chi sta per iniziare la carriera e dunque ha meno di 3 anni di esperienza lavorativa, potrò aspirare a circa 17.200 euro lordi annui, mentre più si avanza in carriera più si guadagna. Fino a 9 anni di esperienza lo stipendio medio lordo annuo ammonta a circa 18.400 euro, mentre tra i 10 e i 20 anni di esperienza si può arrivare fino a 19.000 euro. Un collaboratore scolastico con oltre 20 anni di esperienza può arrivare a percepire uno stipendio fino a quasi 20.000 euro lordi annui.

Personale Ata 3° fascia: come si calcola il punteggio

In attesa di conoscere gli aggiornamenti delle graduatorie del prossimo anno, può essere utile capire come si valutano i punteggi del personale Ata di III fascia e come sono calcolati i punteggi. Per rispondere a questa questione occorre fare riferimento al DM n. 640/2017. I criteri di valutazione variano in base al profilo.

  • Assistente amministrativo:
    • Diploma di laurea: 2 punti;
    • Attestato qualifica professionale (art. 14 L. 845/78) riguardante la trattazione di testi e la gestione dell’amministrazione tramite strumenti di videoscrittura o informatici: 1,5 punti;
    • Attestato addestramento professionale per dattilografia o servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali indetti da Stato, Regioni o altri enti pubblici: 1 punto;
    • Idoneità in concorso pubblico per esami o prova pratica per posti di ruolo nelle carriere di concetto ed esecutive, o corrispondenti, bandito da Stato o enti pubblici territoriali: 1 punto;
    • Certificazioni informatiche e digitali (ECDL, Nuova ECDL, Microsoft, PEKIT, IC3, etc.): un solo titolo.
  • Collaboratore scolastico:
    • Qualifiche ottenute al termine di corsi socio-assistenziali e socio-sanitari rilasciati dalla Regione: 1 punto;
    • Certificazione informatiche e digitali (1 solo titolo).
  • Assistente tecnico, Cuoco e Infermiere:
    • Diploma di laurea: 2 punti;
    • Idoneità in precedenti concorsi pubblici per esami o prova pratica a posti di ruolo nel profilo professionale per cui si concorre, o nelle precorse qualifiche del personale Ata o non docente, corrispondenti al profilo per cui si concorre (una sola idoneità): 2 punti;
    • Certificazioni informatiche e digitali (un solo titolo solo per gli assistenti tecnici; punteggi dimezzati per cuoco e infermiere).
  •  Addetto aziende agrarie:
    • Diploma di maturità: 3 punti;
    • Idoneità conseguita in precedenti concorsi pubblici per esami o prove pratiche a posti di addetto alle aziende agrarie: 2 punti;
    • Certificazioni informatiche e digitali (un solo titolo).
  • Guardarobiere:
    • Diploma di maturità: 3 punti;
    • Idoneità conseguita in precedenti concorsi pubblici per esami o prove pratiche a posti di guardarobiere o aiuto guardarobiere: 2 punti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →