Superbonus 110% ed Ecobonus per ristrutturare casa: la guida in pdf

Pubblicato il 27 Luglio 2020 alle 16:45 Autore: Guglielmo Sano

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida al Superbonus 110%. Nel documento si spiega nel dettaglio come è possibile usufruire della detrazione

Superbonus 110% ed Ecobonus per ristrutturare casa: la guida in pdf
Superbonus 110% ed Ecobonus per ristrutturare casa: la guida in pdf

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida al Superbonus 110%. Nel documento si spiega nel dettaglio come è possibile usufruire della detrazione per gli interventi antisismici e di efficientamento energetico degli edifici effettuati tra il primo luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Superbonus: arriva la guida dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha finalmente pubblicato l’attesissima guida (scaricala cliccando sul link!) al Superbonus 110%. Come spiega la stessa AdE: “L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’imposta lorda ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti o riducono il rischio sismico degli stessi. In particolare, il Superbonus, spetta, a determinate condizioni, per le spese sostenute per interventi effettuati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno, site all’interno di edifici plurifamiliari, nonché sulle singole unità immobiliari”.

Per quali interventi si può chiedere la detrazione?

Nello specifico, il Superbonus 110% spetta per tutti quegli interventi, effettuati tra il primo luglio 2020 il 31 dicembre 2021, di:

isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro degli edifici, compresi quelli unifamiliari, con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo o dell’unità immobiliare sita all’interno di edifici plurifamiliari che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno;

sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sulle parti comuni degli edifici, o con impianti per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno;

interventi antisismici di cui ai commi da 1-bis a 1-septies dell’articolo 16 del decreto-legge n. 63 del 2013 (cd. sismabonus).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →