Modello Isee 2020: quando non si deve fare per legge e come evitare

Pubblicato il 29 Luglio 2020 alle 12:38 Autore: Daniele Sforza

Quando non si deve presentare per legge il modello Isee 2020: ecco tutti i casi in cui non è necessario presentare il modello Isee.

Modello Isee 2020 quando non si deve fare
Modello Isee 2020: quando non si deve fare per legge e come evitare

La presentazione del modello Isee 2020 è fondamentale per ottenere alcuni sconti e agevolazioni. L’Isee si ottiene presentando la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), che si può fare autonomamente o tramite Caf. L’Isee, invece, è un acronimo che sta per Indicatore della Situazione Economica Equivalente, va a indicare la ricchezza del nucleo familiare, e quantificare questo valore è necessario perché oltre una certa soglia non si può avere diritto a bonus e agevolazioni di varia natura.

Modello Isee e DSU: nucleo familiare e variazioni

La DSU, dunque, non è il modello Isee, bensì un’autocertificazione che include le caratteristiche reddituali e patrimoniali del nucleo familiare e che serve a ottenere l’Isee. Come qualsiasi documentazione burocratica, compilare la DSU e avere l’Isee è un iter a volte obbligatorio, altre meno. Ci sono infatti dei casi in cui non è necessario né indispensabile presentare il modello Isee.

Va detto che a partire dal 2020 la maggior parte dei dati relativi all’Isee è già precompilata e quindi a immediata disposizione del contribuente. Ovviamente i dati dovranno essere verificati ed eventualmente confermati o integrati. Anche le variazioni dovranno essere comunicate tempestivamente, pena la decadenza dal diritto al bonus.

Modello Isee 2020: quando non è obbligatorio

Il modello Isee non è necessario in tutti quei casi dove è prevista un’agevolazione o un bonus che esula dal requisito reddituale e patrimoniale. Ci sono poi altri casi in cui è possibile non presentare il modello Isee, ma in queste eventualità il rischio è quello di godere dell’importo previsto dal bonus, anche se nella sua versione più bassa. Questo potrebbe essere un problema soprattutto se, presentando l’Isee, si avrebbe diritto a una somma più alta, che è poi quella effettivamente spettante. Il modello Isee non è richiesto neppure per alcuni prestazioni e trattamenti legati all’invalidità, come la pensione di invalidità civile, l’assegno sociale e l’indennità di accompagnamento.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →