Sondaggi elettorali SWG, in calo sia PD che Lega, in lockdown gli italiani fumeranno meno erba

Pubblicato il 10 Novembre 2020 alle 18:54 Autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali sondaggi politici

Sondaggi elettorali SWG, in calo sia PD che Lega, in lockdown gli italiani fumeranno meno erba

Come già accaduto in diverse altre occasioni anche questa settimana secondo i sondaggi elettorali di SWG i principali partiti appaiono arretrare a vantaggio di quelli più piccoli.

La Lega perde mezzo punto scendendo al 23,3%, mentre il PD cala del 0,4% portandosi al 20,4%. Il panorama politico insomma è sempre meno polarizzato, a maggior ragione considerando che invece Fratelli d’Italia guadagna quattro decimi e va al 16,1%.

Quasi stabile il Movimento 5 Stelle, al 14,9%, un decimale in meno di settimana scorsa. Nella maggioranza compensano in parte le perdite dei partiti maggiori Sinistra/MdP e Italia Viva, che guadagnano ognuna due decimali. Ora sono al 3,8% e al 3,5%.

Nel centrodestra invece gli junior partner Forza Italia e Cambiamo! scendono, perdendo nel primo caso uno 0,2% e andando al 6% e all’1,1% nel secondo.

Bene altri partiti piccoli invece, come +Europa, che va dal 2,4% al 2,6%, i Verdi, che salgono dall’1,7% al 2%, mentre Azione perde un decimale ed è al 3,1%

sondaggi
Fonte: SWG

Ancora non si intravedono grandi cambiamenti dovuti alla seconda ondata di Covid nelle intenzioni di voto secondo questi sondaggi elettorali.

Ma si vedono su altri aspetti della vita di tutti i giorni, come alcune abitudine quotidiane, che vengono impattate in modo deciso per alcuni. Per esempio il 30% di chi è abituato a prendere l’aperitivo al bar non lo farà più ora che sono quasi ovunque chiusi, neanche a casa. Il 28% ne berrà meno, il 29% se lo farà a domicilio, con un 7% che si organizzerà per prepararsene uno collegato virtualmente con gli amici.

sondaggi
Fonte: SWG

Sondaggi elettorali SWG, i giovani più propensi a lasciare il fumo nel lockdown

Ma si sa, le abitudini più dure da lasciare sono quelle legate alle sigarette, e non solo. Se il 63% nelle prossime settimane fumerà come prima, vi è un 22% che lo farà di meno, una percentuale maggiore di quella di quanti invece faranno più tiri alla sigaretta. I più propensi ad abbandonare il fumo saranno i giovani della generazione Z e millennial, e molto più le donne rispetto agli uomini.

sondaggi elettorali
Fonte: SWG

Secondo i sondaggi elettorali di SWG sono di più coloro che saranno costretti invece ad abbandonare gli spinelli, il 39%, mentre solo il 17% ne fumerà di più. Qui incide probabilmente il fatto che essendo illegale è più difficile rifornirsi con le restrizioni presenti ai movimenti.

sondaggi elettorali
Fonte: SWG

Vi sono però anche gli ansiolitici e gli antidepressivi. In questo caso sono di più quelli che ne incrementeranno il consumo che quelli che lo diminuiranno, e in particolare tra chi fa parte della generazione X, ovvero chi è tra i 38 e il 56 anni circa.

sondaggi elettorali
Fonte: SWG

Questi sondaggi elettorali sono stati svolti tra il 4 e il 6 novembre con metodo CATI-CAMI-CAWI su 800 soggetti (1200 nel caso delle intenzioni di voto)

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →