Coronavirus ultime notizie: contagi, morti e guariti al 15 novembre 2020

Pubblicato il 16 Novembre 2020 alle 11:31 Autore: Guglielmo Sano

Coronavirus ultime notizie: l’ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute ieri domenica 15 novembre 2020. I dati più significativi

Coronavirus ultime notizie: terapie intensive, contagi e morti al 13 gennaio

Coronavirus ultime notizie: contagi, morti e guariti al 15 novembre 2020

Coronavirus ultime notizie: l’ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute ieri domenica 15 novembre 2020. I dati più significativi sull’andamento dell’epidemia: nuovi positivi, decessi, ricoveri in terapia intensiva.

Coronavirus ultime notizie: il bollettino del 15 novembre 2020

Coronavirus ultime notizie: l’ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute nella giornata di ieri domenica 15 novembre 2020. Ecco i dati più significativi (si riferiscono alle 24 ore precedenti):

  • Nuovi contagi: 33.979
  • Tamponi eseguiti: 195.275
  • Nuovi decessi: 546
  • Nuovi ricoveri in terapia intensiva: 116
    • Attualmente ricoverati in terapia intensiva: 3.422
  • Nuovi ricoveri in reparto ordinario: 649
    • Attualmente ricoverati con sintomi: 32.047
  • Nuovi guariti/dimessi: 9.376
    • Attualmente positivi: 712.490

È ancora la Lombardia la regione che registra il maggior incremento dei casi in 24 ore con più di 8mila nuovi positivi. Seguono la Campania e il Piemonte con rispettivamente oltre 3.770 e oltre 3.600 nuovi positivi. Sfiorano quota 3mila Emilia Romagna e Veneto, Intorno ai 2.600 casi sia Toscana che Lazio. Sopra la soglia di mille nuovi casi la Sicilia.

L’epidemia si sta stabilizzando?

Coronavirus ultime notizie – “Abbiamo fondate ragioni per ritenere che siamo arrivati al cosiddetto plateau, che equivale poi a un indice Rt uguale a 1” ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza in un’intervista pubblicata oggi dalla Stampa. “Ci sono ragioni per credere che le ultime misure inizino a dare risultati” ha proseguito lo stesso Speranza: “il picco potrebbe arrivare tra 7 giorni” ha quindi continuato. Insomma, nonostante la massima cautela mostrata ad ogni occasione possibile, è probabile che il governo stia valutando un alleggerimento delle misure anti contagio in vista delle festività natalizie. Niente via libera ad assembramenti e all’esodo Nord-Sud (fatto salvo il ritorno alla residenza), tuttavia, per la vigilia di Natale il coprifuoco potrebbe scattare alle 23 o a mezzanotte (ora comincia alle 22), qualche ora più avanti nella notte di Capodanno.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →