Coronavirus ultime notizie: contagi, morti e guariti al 20 novembre 2020

Pubblicato il 20 Novembre 2020 alle 17:40 Autore: Guglielmo Sano

Coronavirus ultime notizie: l’ultimo bollettino sull’andamento dell’epidemia diffuso dal Ministero della Salute. I dati

Coronavirus ultime notizie: contagi, morti e guariti al 23 novembre 2020

Coronavirus ultime notizie: contagi, morti e guariti al 20 novembre 2020

Coronavirus ultime notizie: l’ultimo bollettino sull’andamento dell’epidemia diffuso dal Ministero della Salute. I dati su nuovi contagi, decessi, ricoveri in terapia intensiva e reparto ordinario al 20 novembre 2020.

Coronavirus ultime notizie: il bollettino del 20 novembre

Coronavirus ultime notizie: l’ultimo bollettino sull’andamento dell’epidemia diffuso dal Ministero della Salute nella giornata di oggi 20 novembre 2020. Di seguito i dati più significativi:

  • Nuovi positivi: 37.242
  • Tamponi eseguiti: 238.077
  • Nuovi decessi: 699
  • Nuovi ricoveri in terapia intensiva: 36
  • Attualmente ricoverati in terapia intensiva: 3.748
  • Nuovi ricoveri in reparto ordinario: 347
    • Attualmente ricoverati in reparto ordinario: 33.957
  • Nuovi guariti/dimessi: 21.035
  • Attualmente in isolamento domiciliare: 739.471
    • Attualmente positivi: 777.176

In cima all’elenco delle regioni che hanno registrato il maggior incremento dei contagi ancora la Lombardia, con oltre 9mila nuovi casi. Seguono Campania (più di 4.200), Piemonte (più di 3.800) e Veneto (quasi 3.500). Nessuna regione si attesta sotto quota 100 casi.

“Non ripetere gli errori di questa estate”

Coronavirus ultime notizie – “La settimana scorsa si iniziava a vedere una decelerazione, confermata questa settimana. La strategia di diversificazione delle misure rispetto al rischio ha avuto una sua dimostrazione di efficacia – ha detto commentando i dati Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità – Questi indicatori di miglioramento e decelerazione della curva devono essere un invito a essere ancora più stringenti e rigorosi. Bisogna scendere a Rt sotto 1. I dati sono indicativi di uno spiraglio significativo che si apre, ma questa è una ragione per insistere. Evitiamo di ripetere gli errori della scorsa estate”. Secondo l’ultimo monitoraggio di Ministero della Salute e Istituto superiore di Sanita l’indice Rt calcolato su casi sintomatici, al momento, si attesta a 1,18 a livello nazionale.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →