Vaccino Covid: via libera alla commercializzazione. Cosa succede ora?

Pubblicato il 22 Dicembre 2020 alle 11:24 Autore: Guglielmo Sano

Vaccino Covid: arriva il via libera al composto Pfizer dall’Ema. Un passo avanti decisivo per far partire la campagna di vaccinazione

Vaccino Covid arrivato in Italia. Come sarà distribuito? Le fasi

Vaccino Covid: via libera alla commercializzazione. Cosa succede ora?

Vaccino Covid: arriva il via libera al composto Pfizer Biontech dell’Agenzia europea del farmaco e della Commissione Ue. Un passo avanti decisivo per far partire la campagna di vaccinazione nel Vecchio continente.

Vaccino Covid: via libera Ema e Commissione Ue

Via libera dell’Agenzia Europea del Farmaco (Ema) e della Commissione Ue alla commercializzazione del vaccino Covid Pfizer Biontech. Un passo avanti decisivo per far partire la campagna di vaccinazione nel Vecchio Continente: “sarà disponibile per tutti gli stati membri nello stesso momento e alle stesse condizioni” ha detto a tal proposito la Presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen. I paesi europei partiranno con le rispettive campagne di vaccinazione già tra il 27 e il 29 dicembre.

Approvazione “condizionata”. Che significa?

Detto ciò, da sottolineare che l’approvazione del vaccino Covid Pfizer Biontech da parte di Ema e Commissione Ue è avvenuta comunque in forma “condizionata”. Cosa significa esattamente? In pratica, sono stati i ridotti i tempi della procedura standard anche se, si assicura dalle istituzioni europee, non è stata sacrificata la “sicurezza” delle verifiche. In teoria, l’approvazione del composto Pfizer Biontech sarebbe dovuta arrivare a fine dicembre. Allo stesso modo, si attende il pronunciamento di Ema e Commissione Ue prima del previsto anche per quanto riguarda il vaccino Covid di Moderna: infatti, il parere su questo composto è atteso per il 6 gennaio.

Il piano italiano partirà il 27 dicembre

Il piano di somministrazione su larga scala del vaccino Covid Pfizer Biontech in Italia partirà il 27 dicembre 2020. Si sa già anche chi sarà la prima persona a vaccinarsi contro il nuovo coronavirus: si tratta di un’infermiera dell’Istituto Spallanzani di Roma. La Fase 1 del programma riguarderà in primis operatori sanitari e residenti delle Rsa: l’obiettivo è quello di vaccinare tra fine estate e inizio autunno 2021 42 milioni di persone, il 70% della popolazione residente in Italia.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →