Pagamento contributi a fondo perduto: pubblicati i primi dati sull’operazione

Pubblicato il 9 Aprile 2021 alle 13:16 Autore: Claudio Garau
Calcolo contributi Inps anno effettivo lavoro estratto

Pagamento contributi a fondo perduto: pubblicati i primi dati sull’operazione

I contributi a fondo perduto e il pagamento dei contributi a fondo perduto costituiscono aspetti cruciali del decreto Sostegni, recentemente approvato dal Governo Draghi. Tramite essi, lo Stato vuole contribuire in maniera significativa al rilancio dell’economia italiana. La necessità è infatti quella di dare una boccata di ossigeno a tanti imprenditori e professionisti in difficoltà, con aiuti tempestivi ed immediati.

Proprio in tema di pagamento dei contributi a fondo perduto, non possiamo non ricordare che sono appena partiti gli ordinativi di pagamento delle prime 600mila istanze presentate sulla piattaforma dell’Agenzia delle Entrate. L’importo totale è pari a quasi 2 miliardi di euro, a favore delle aziende destinatarie degli aiuti e che hanno fatto domanda entro la mezzanotte del 5 aprile 2021. Tuttavia c’è tempo fino al 28 maggio per fare richiesta dei contributi, servendosi del modulo messo a disposizione sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Vediamo più da vicino e cerchiamo dunque di fare il punto della situazione.

Se ti interessa saperne di più sui requisiti del reddito di emergenza e chi può di fatto chiederlo, clicca qui.

Pagamento contributi a fondo perduto: ecco i primi dati disponibili

Come appena accennato, è stato dato l’ok ai primi bonifici di pagamento contributi a fondo perduto, di cui al Decreto Sostegni. A potersi avvalere degli aiuti economici in oggetto sono le imprese, destinatarie dei sostegni, che hanno fatto la domanda entro la mezzanotte del 5 aprile 2021. I contribuenti troveranno l’accredito delle somme direttamente sul conto corrente indicato nella richiesta; oppure potranno sfruttare l’importo riconosciuto in compensazione. In particolare, la domanda di credito di imposta riguarda non meno di 10mila contribuenti.

Da notare l’elevatissimo numero di domande già effettuate in dieci giorni, ossia dal 30 marzo, data di apertura del canale telematico dell’Agenzia delle Entrate, all’8 aprile. L’Amministrazione finanziaria ha infatti reso noto che già un milione sono state le domande per il pagamento contributi a fondo perduto. E da qui a fine maggio ne seguiranno sicuramente tantissime altre.

Nel dettaglio, in relazione al numero complessivo dei richiedenti, quasi 100 mila hanno la loro attività in Lombardia, seguono la Campania con 70.534 soggetti, il Lazio (68.697), la Puglia (45.926), la Toscana (42.141), la Sicilia (41.763) e il Veneto (40.620). Insomma, numeri già ora molto consistenti e che ben chiariscono – se mai ce ne fosse bisogno – le dimensioni della crisi nella penisola. Più sotto segue una tabella – aggiornata all’8 aprile – che riepiloga il numero delle domande per regione, con il bonus pagato in totale.

D’altronde questi numeri sono possibili soltanto grazie ad un maxi scostamento di bilancio pari a 32 miliardi di euro, mirati a vari campi di intervento. Il principale riguarda proprio il mondo dell’impresa (11 miliardi): le aziende che hanno perso più del 30% del fatturato nel 2020, rispetto al 2019, potranno contare sul pagamento contributi a fondo perduto.

E’ stato calcolato che i potenziali destinatari del pagamento contributi a fondo perduto sarebbero non meno di 3 milioni di persone, che di fatto riceverebbero un indennizzo medio pari a circa 3.700 euro. Ci riferiamo a imprese e titolari di partita Iva con fatturato entro i 10 milioni di euro annui.

Se ti interessa saperne di più sul bonus 500 euro i problemi funzionamento 18app, clicca qui.

La classifica delle Regioni per numero domande e importo del contributo

Regione
Abruzzo
Numero domande
15.395 (2,5%)
Importo totale contributi
40.025.340
Basilicata4.656 (0,8%)12.432.180
Calabria20.987 (3,5%)44.920.724
Campania70.534 (11,7%)210.559.061
Emilia-Romagna38.556 (6,4%)126.418.222
Friuli-Venezia Giulia8.840 (1,5%)27.200.238
Lazio68.697 (11,4%)239.635.032
Liguria14.164 (2,3%)38.750.115
Lombardia99.048 (16,4%)357.328.754
Marche15.602 (2,6%)47.257.010
Molise3.189 (0,5%)7.359.089
Piemonte39.411 (6,5%)111.767.719
Puglia45.926 (7,6%)115.788.704
Sardegna17.657 (2,9%)48.397.009
Sicilia41.763 (6,9%)106.370.218
Toscana42.141 (7,0%)154.460.219
Trentino-Alto Adige7.907 (1,3%)31.388.040
Umbria7.934 (1,3%)23.134.611
Valle D’Aosta1.497 (0,2%)4.012.081
Veneto40.620 (6,7%)160.757.736
Non disponibile10 (0%)30.694
Totale604.5341.907.992.796

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU GOOGLE NEWS

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a 
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Claudio Garau

Laureato in Legge presso l'Università degli Studi di Genova e con un background nel settore legale di vari enti e realtà locali. Ha altresì conseguito la qualifica di conciliatore civile. Esperto di tematiche giuridiche legate all'attualità, cura l'area Diritto per Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Claudio Garau →