Prenotazione vaccini per tutti: le regioni che hanno cominciato davvero

Pubblicato il 7 Giugno 2021 alle 10:30 Autore: Guglielmo Sano
Prenotazione vaccini per tutti: le regioni che hanno cominciato davvero

Prenotazione vaccini per tutti: le regioni che hanno cominciato davvero

Prenotazione vaccini: da giovedì 3 giugno il commissario straordinario all’Emergenza Covid Figliuolo e il Ministero della Salute guidato da Roberto Speranza hanno dato il via libera al superamento dello schema per fasce d’età. In pratica, le regioni hanno la possibilità di vaccinare tutti gli italiani che lo vorranno: in quali territori è già possibile prenotarsi.

Prenotazione vaccini per tutti: quali regioni hanno cominciato davvero?

Prenotazioni vaccini per tutti: dopo il via libera della struttura commissariale per la gestione dell’Emergenza Covid, da giovedì 3 giugno tutti gli italiani – dai 12 anni in su – possono prenotarsi per la vaccinazione. In pratica, la campagna vaccinale supera lo schema per fasce d’età e si apre alla popolazione in generale: d’altra parte, non tutte le regioni si sono mosse in modo omogeneo rispetto alla direttiva.

Allo stato dei fatti, le prenotazioni per chi ha dai 12 anni in su risultano aperte soltanto in 9 regioni: Piemonte, Lombardia, Veneto, Marche, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania e Sardegna. Nel giro di qualche giorno, le prenotazioni per tutti dovrebbero essere aperte anche in Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Umbria. Poche notizie sulle tempistiche che verranno adottate dalle altre regioni sulla vaccinazione di chi ha tra i 12 e i 16 anni (hanno comunque cominciato l’immunizzazione di chi ha più di 16 anni). Pare che intendano procedere ancora sulla base allo schema per fasce d’età Molise e Trentino.

Regioni in ordine sparso anche sugli Open Day

Prenotazioni vaccini per tutti: la nuova direttiva ha acuito l’effetto mosaico che già contraddistingue per più di un verso la campagna vaccinale. In pratica, anche sulle prenotazioni dai 12 anni in su, alla fine sembra che le regioni si muoveranno in ordine sparso. Stessa cosa per gli Open Day, giornate in cui si può accedere senza prenotazione e a prescindere delle fasce prioritarie agli hub vaccinali.

Da una parte regioni come la Lombardia e il Veneto, che dovrebbero dismettere del tutto lo strumento, dall’altra, regioni come Campania e Sicilia che continuano a utilizzarlo e semmai lo prolungano per 2-4 giorni. Per esempio, in Campania il prossimo Open Day sarà riservato agli italiani residenti all’Estero e durerà da mercoledì 9 a domenica 13 giugno (si utilizzerà Pfizer), invece, in Sicilia fino a domani martedì 8 giugno, dalle 19 alle 24, Open Day per gli Over 18 che scelgono la somministrazione di Astrazeneca.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →