Ritorno coprifuoco: i paesi dove è scattata di nuovo la restrizione

Pubblicato il 19 Luglio 2021 alle 12:36 Autore: Guglielmo Sano
Ritorno coprifuoco: i paesi dove è scattata di nuovo la restrizione

Ritorno coprifuoco: i paesi dove è scattata di nuovo la restrizione

Ritorno coprifuoco: in diversi paesi europei è tornato a essere imposto il divieto di circolazione in fascia notturna per via di una nuova impennata di contagi. In Italia al momento si esclude l’ipotesi: da ricordare che è fissato per le ore 24 in quelle regioni dove viene imposta la zona gialla.

Ritorno coprifuoco: i paesi dove è scattata e sta per scattare

Ritorno coprifuoco: si tratta di una delle misure più controverse tra quelle utilizzate dai governi per contrastare la diffusione del Sars Cov 2, d’altra parte, in diverse parti d’Europa è tornata in auge per via dell’impennata di contagi dovuta principalmente alla variante Delta del coronavirus. L’ultimo a non escludere il ritorno al divieto di circolazione notturna è stato il sottosegretario francese agli Affari Europei Clement Beaune: in Francia si sono registrati oltre 12mila nuovi contagi nelle ultime 24 ore, d’altra parte, sembra che non si valuti l’imposizione della misura di contenimento a livello nazionale ma soltanto nei territori dove l’epidemia potrebbe velocemente sfuggire di mano.

Il coprifuoco è già tornato ma solo a livello locale in Spagna e Grecia. Per esempio, a Mykonos, isola greca rinomata meta turistica, è stato imposto il divieto di circolazione dall’una alle sei del mattino, stop anche per la musica nei locali. Sempre dall’una alle 6 del mattino vige il coprifuoco a Barcellona e in altri circa 160 comuni della Catalogna dove l’aumento dei positivi pare già aver portato a un sovraccarico delle terapie intensive.

Nuove restrizioni ai viaggi

Ritorno coprifuoco; nei paesi in cui non si impone (e finora in linea generale si esclude di imporre) nuovamente il divieto di circolazione notturna corrono comunque ai ripari contro la diffusione della variante Delta con altri tipi di restrizioni. Esemplare in questo senso sempre la Francia che ha imposto la presentazione di un tampone con esito negativo di massimo 24 ore prima per chi proviene da Regno Unito, Spagna, Portogallo, Grecia e Paesi Bassi.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →