Quarta dose vaccino: in quali paesi è già stata prevista? Una panoramica

Pubblicato il 14 Gennaio 2022 alle 08:00 Autore: Guglielmo Sano
Quarta dose vaccino: in quali paesi è già stata prevista? Una panoramica

Quarta dose vaccino: in quali paesi è già stata prevista? Una panoramica

Quarta dose vaccino: adesso si allunga la lista paesi che hanno dato il via alla somministrazione. Dopo l’apripista Israele, adesso anche in Cile e Ungheria, Danimarca e Grecia sono cominciate le somministrazioni del terzo richiamo.

Quarta dose: parte la nuova fase in CIle

A partire da lunedì 10 gennaio 2022, anche in Cile sono cominciate le somministrazioni della quarta dose di vaccino anti-Sars Cov 2. In prima battuta, il richiamo sarà ricevuto dalle persone immunodepresse (malati oncologici o trapiantati), dal 7 febbraio oi la nuova fase sarà estesa anche a chi ha più di 55 anni e via via a tutte le altre fasce d’età. In teoria, le somministrazioni del terzo richiamo sarebbero dovute partire proprio a febbraio: un’impennata di contagi nelle ultime settimane – culminate con un picco di 4mila contagi giornalieri l’8 gennaio, un livello che non si toccava da 6 mesi circa nel paese – ha determinato la mossa d’anticipo.

Nonostante si ritenga che i contagi possano superare a breve quota 10mila al giorno, se si confermasse l’attuale trend come sembra probabile, in Cile l’epidemia di Covid viene considerata tutto sommato sotto controllo. Il paese ha il più alto tasso di vaccinati del Sudamerica e uno dei più alti a livello globale: l’87% della popolazione ha completato il primo ciclo di vaccinazione (due dosi o una dose nel caso di Johnson&Johnson), i cileni che hanno ricevuto anche la terza dose, invece, si attestano intorno al 60%.

Il paese sudamericano si aggiunge a Israele

Oltre al Cile, solo Israele e, in Europa, Ungheria, Danimarca e Grecia hanno fatto partire le somministrazioni della quarta dose del vaccino anti-Sars Cov 2 (in Ungheria non sono state previste limitazioni mentre in Danimarca e Grecia al momento la nuova fase è ristretta agli estremamente vulnerabili). A fare da apripista in ogni caso è stato il paese mediorientale. L’annuncio da parte del Premier Naftali Bennet è arrivato prima di Natale: al momento è prevista soltanto per il personale sanitario e gli Over 60 che hanno ricevuto la terza dose da almeno 4 mesi. Israele è stato anche il primo paese al mondo a dare il via, nel luglio scorso, alla somministrazione della terza dose.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →