Stasera in Tv 28/02, Fuori dal coro: ospiti e temi della puntata

Pubblicato il 28 Febbraio 2023 alle 09:23 Autore: Redazione
Stasera in Tv 28/02, Fuori dal coro: ospiti e temi della puntata

Stasera in Tv 28/02, Fuori dal coro: ospiti e temi della puntata

Puntata ricca di contenuti quella di stasera, 28 febbraio 2023, in cui Mario Giordano (anfitrione di Fuori dal coro) potrà disporre di un ospite d’eccezione intervistato anteriormente, il premio pulitzer Seymour Hersh.

Stasera in TV a Fuori dal coro: dalle promesse non mantenute della politica fino al ricordo di Maurizio Costanzo

Nel nuovo appuntamento di Fuori dal Coro, in onda in prima serata, alle 21:20, su Retequattro, Mario Giordano analizzerà le promesse non mantenute dalla politica: dal mancato taglio dei costi della spesa pubblica al perdurare dei problemi in ambito sanitario e nella viabilità ferroviaria.

Ampio spazio sarà dedicato al ricordo di Maurizio Costanzo, con un focus sull’attentato di stampo mafioso subito il 14 maggio 1993, in via Fauro, tramite l’utilizzo di un autobomba.

E ancora, un’inchiesta sul mondo degli alloggi popolari di Ostia in mano alla criminalità e un reportage sulla nascita di diversi biolaboratori in Italia.

Il focus sulla guerra in Ucraina con il premio Pulitzer Seymour Hersh

Il giornalista premio Pulitzer Seymour Hersh ai microfoni Fuori dal Coro spiega la sua ipotesi sui responsabili dell’esplosione nei gasdotti sottomarini Nord Stream nel Mar Baltico. Di seguito alcuni passaggi dell’intervista che andrà in onda martedì 28 febbraio, in prima serata su Retequattro.

“Putin si stava chiaramente e seriamente preparando a invadere la Bielorussia e quindi a quel punto un gruppo di esperti militari e di intelligence, la CIA, etc., si sono riuniti su richiesta del capo del National Security Council Jake Sullivan. A questo gruppo di esperti è stato detto, per citare le parole esatte «abbiamo bisogno di opzioni reversibili o irreversibili». Opzioni reversibili sarebbero le sanzioni, le opzioni irreversibili invece corrisponderebbero a qualcosa di cinetico, qualcosa di esplosivo ed è così che si è giunti all’idea del gasdotto”, spiega Hersh in merito alle sue ipotesi, secondo cui Stati Uniti e Norvegia avrebbe fatto esplodere le pipeline del NordStream 2.

Il giornalista parla anche degli episodi di corruzione all’interno del governo ucraino: “Alcuni generali stavano rivendendo alcune delle nostre armi avanzate sul mercato nero a dei gruppi in Romania, in Ossezia e in quelle zone, dove ci sono persone specializzate nella compravendita di armi”. Hersh è convinto che il presidente americano Joe Biden verrà rieletto: “I presidenti che fanno guerre hanno maggiore gradimento”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →