•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 2 ottobre, 2012

articolo scritto da:

L’arresto di Fiorito, il de profundis del Pdl?

fiorito

Bisogna premettere che non l’ha presa male. “Non credo che troverò gente peggiore di quella che ho frequentato in regione e nel partito, anzi” è il commento di Franco Fiorito, noto ai più come er Batman per un incidente in moto, all’arresto ed alla susseguente custodia cautelare in carcere, al Regina Coeli.

[ad]L’ordinanza è stata emessa dal gip Stefano Aprile contro il pericolo di reiterazione del reato e di depistaggio mediatico. L’ex capogruppo pidiellino in Regione Lazio è infatti accusato di peculato: gli viene contestata, in particolare, l’appropriazione di una somma che si aggira attorno al milione e 300mila euro, ma complessivamente il denaro oggetto delle indagini ammonta a circa 6 milioni di euro relativi alle attività del gruppo consiliare. Ci sono infatti altri due milioni e 600mila euro di bonifici presso terzi, più altri due milioni di euro fuoriusciti dai conti del Pdl.

È quasi certo che i legali dell’ex consigliere regionale presenteranno ricorso contro la decisione del giudice: “sul piano tecnico non si può parlare di peculato” ha spiegato l’avvocato Taormina, ma semmai “di appropriazione indebita, dove l’arresto non è consentito”; “pericoli di fuga non ce ne sono mai stati” e neanche – secondo lo stesso Fiorito – possibilità di reiterare il reato, essendo il Consiglio Regionale sciolto. Il Gip però nell’ordinanza ricorda come da parte di Fiorito c’è la tendenza dell’accusato a depistare le indagini utilizzando la propria (sovra)esposizione mediatica (motivazione addotta anche nel caso Lusi), ed a minare la reperibilità di alcuni documenti sottratti al suo partito e poi resi disponibili giorni dopo.

fiorito

Se da futuristi e democratici c’è l’invito a votare quanto prima, nel Pdl è scontro all’arma bianca: la prossima campagna elettorale del Lazio potrebbe segnare il de profundis per il soggetto politico nato sul predellino, con la corrente ex-An sempre più decisa a lasciare per fondare un nuovo piccolo movimento. Se persino il Gip ha avuto modo di attestare che le azioni di Fiorito erano funzionali a distruggere mediaticamente i propri avversari politici interni al gruppo che coordinava, la presenza di troppe faide denunciata dal sindaco capitolino Alemanno è allora un fatto conclamato che difficilmente potrà essere riassorbito da un maggior protagonismo del Cavaliere.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: