Renzi “Vendita Telecom colpa di politica incapace e miope”

Pubblicato il 25 Settembre 2013 alle 20:00 Autore: Redazione

Torna a bastonare il governo, Matteo Renzi. Questa volta il sindaco di Firenze parte dalla vendita di Telecom agli spagnoli di Telefonica per spronare l’esecutivo a fare di più. “Per me è  fondamentale, assolutamente fondamentale, che il Paese si dia una scossa. Per attrarre gli investimenti stranieri – spiega nella sua Enews –  è evidente che è meglio avere un governo stabile che un clima politico instabile, certo. Ma se non semplifichi la burocrazia, non riformi la giustizia civile e amministrativa, non modifichi il regime fiscale puoi avere il governo più stabile del mondo, nessuno investirà da noi”. La ricetta di Renzi è una sola: bisogna “cambiare il Paese”. ” Così come siamo – ammonisce – non cresceremo più. E la crescita è l’unico modo per combattere il declino, per arrestare la corsa della povertà”.

telecom

La colpa della vendita di Telecom e forse di Alitalia è da imputare, secondo Renzi, ad una “classe politica incapace e miope, che ha messo troppo il naso in vicende da cui doveva star lontana salvo poi dimenticarsi di intervenire quando invece sarebbe stato opportuno” e ad “una classe dirigente imprenditoriale che spesso ha gli stessi vizi della politica che critica nelle interviste e poi finisce con il copiare negli atteggiamenti”. Infine dà un consiglio all’esecutivo. “Credo che il Governo delle larghe intese,  il Governo Letta-Alfano, abbia un senso se fa le cose che servono all’Italia”.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →