•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 13 ottobre, 2014

articolo scritto da:

M5S, proseguono le espulsioni: fuori Defranceschi

andrea defranceschi emilia

Arriva una nuova espulsione nel Movimento Cinque Stelle. Stavolta tocca ad Andrea Defranceschi, capogruppo M5S all’assemblea regionale dell’Emilia Romagna. Per lui fatale la condanna della Corte dei Conti.

UFFICIALIZZAZIONE – A rendere pubblica l’espulsione di Defranceschi è un annuncio sul blog del leader M5S Beppe Grillo. Il capogruppo è stato condannato dalla Corte per la vicende delle interviste televisive a pagamento a un risarcimento di 7.600 euro (108 per il 2010, 3.600 per il 2011 e quasi 4.000 per il 2012) oltre alle spese di giudizio. La Corte ha considerato “palesemente contra legem” le spese per l’acquisto di spazi di comunicazione politica, da qui la condanna, che ha riguardato anche altri sei capigruppo regionali di altri partiti.

ULTIMO BALUARDO – Con Defranceschi – che comunque, a causa dei suoi guai giudiziari, era già stato escluso dalle liste per le primarie in vista delle regionali del 23 novembre – cade anche l’ultimo baluardo della presenza M5S nell’assemblea regionale emiliana. L’altro esponente, Giovanni Favia, era stato tra i primi ad essere cacciato dal Movimento – a fine 2012, insieme al consigliere comunale bolognese Roberta Salsi – in aperta polemica con i vertici del partito, candidandosi poi nel 2013 nelle liste di Rivoluzione Civile per un seggio alla Camera.

cinque stelle emilia romagna

FAVIA ‘GLI SONO VICINO’ – Immediato il messaggio di solidarietà dell’ex grillino Giovanni Favia, tra i protagonisti delle ‘interviste a pagamento’ finite nel mirino. In serata ha diramato una nota per “esprimere vicinanza ad Andrea Defranceschi per la sua espulsione del M5. La condanna della Corte dei Conti è stata l’occasione, da parte di Grillo, per chiudere i conti con lui una volta per tutte. Ne è la prova il fatto che Davide Bono, in Piemonte, pagava le televisioni locali per avere spazio con dei servizi ad hoc nei telegiornali. Particolare chiaramente vietato dalle norme, oltretutto spendendo cifre 4 volte superiori a quelle contestate al gruppo del M5S in Emilia-Romagna. Il risultato qual è stato? Defranceschi espulso e Davide Bono promosso addirittura a candidato presidente della Regione, a dimostrazione di come Grillo fosse pienamente al corrente di quello che accadeva in Piemonte”.

DI MAIO E IL PARLAMENTO – Intanto a difesa del Movimento si erge Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera: “Non mi sento leader di nulla. Il Movimento sopravviverà finchè terrà lontane queste dinamiche”. Tuttavia, emerge la delusione sulla maggioranza parlamentare e, in generale, sul funzionamento dell’assemblea: “Funzionerebbe se avessimo dei parlamentari di maggioranza che si sentissero legislativo e non esecutivo di Renzi”. Da Di Maio anche un commento sull’euro – “se riusciamo a fare il referendum voterò sì all’uscita” – e un plauso al collega Alessandro Di Battista, che aveva dichiarato di vedersi bene alla Farnesina: “È un fratello e uno stakanovista”.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

44 Commenti

  1. Patrizia Baldi ha scritto:

    se è un condannato è giusta l’espulsione e quindi?

  2. Simone Roy ha scritto:

    Quindi nulla, fanno dei titoli scandalistici per cercare di plasmare le menti su quanto faccia schifo il movimento , poveretti.

  3. Manoah Cammarano ha scritto:

    Peccato che non gli altri partiti non seguono questo esempio… Avremmo davvero una politica più pulita

  4. Stefano Spippola ha scritto:

    Ma Grillo è condannato!

  5. Stefano Spippola ha scritto:

    (e comunque vedete che sono tutti uguali, pure nell M5S arrivano le condanne!, tutti uguali, non c’è scampo!)

  6. Marco Metta ha scritto:

    Spippola, ma sei fuori o cosa? Come sarebbe “sono tutti uguali”? Nel M5S, se qualcuno si permette di fare una stronzata, viene estromesso, i disonesti non li vogliono. A differenza del vostro pd e pdl, in cui se sei un ladro, vieni promosso e fai carriera.
    Ti sembrano “tutti uguali”??

  7. Nicola Pedone ha scritto:

    marco vatti a fare una canna , come mai pizzarotti non ha parlato ? aveva da dire qualcosa che ai vostri capi non piaceva!!

  8. Andrea Spadaro ha scritto:

    Solo il m5s butta fuori i condannati gli altri li premiano e li fanno sottosegretario

  9. Piero Bisicchia ha scritto:

    Giusto ,perche non lo fanno gli altri partiti?Perche tutti quei parassiti condannati stanno ancora in parlamento.

  10. Giovanni Gobbi ha scritto:

    Rimarrà solo lui e il suo blog……. Oooooops, dimenticavo il Gianrobi e figlio….

  11. Marco Metta ha scritto:

    ma cosa c’entra adesso Pizzarrotti!!!!! o.O
    Non perdi mai occasione di dire idiozie su questa pagina… se si parla del pd, tiri fuori gli “inutili grillini”, che non c’entrano un cazzo… se si parla di governi, nomini sempre i grillini parlandone male tanto per dire qualcosa…
    Non sei capace di rispondere nel merito?? La tua merda di pd la fa, una cosa del genere?? Ha mai espulso un condannato in quanto tale?? Macchè, ne siete pieni. E tu zitto, bevi tutto.. spero che almeno il circolo del pd che ti paga per scrivere cagate e falsità su sta pagina ti dia almeno 20 euro al mese, altrimenti secondo me ci stai rimettendo.

  12. Carlo Laccetti ha scritto:

    Quando si parla di Grillo non bisogna mai dimenticare che per la legge italiana è un omicida avendo causato la morte di 3 persone per “sua colpa” la sentenza recita testualmente “omicidio colposo plurimo”. Stiamo parlando ancora di questo pregiudicato?

  13. Alberto Tosetto ha scritto:

    naaa ne parlano giusto 2 o 3 affezzionati.

  14. Alberto Tosetto ha scritto:

    lo fanno, di più e meglio di così.

  15. Antonella Caraviello ha scritto:

    se lo facessero anche gli altri partiti non sarebbe male ..così le persone tornerebbero ad avere fiducia nelle istituzioni

  16. Salvatore Prata ha scritto:

    a quando l espulsione di Grillo?

  17. Patrizia Baldi ha scritto:

    infatti Grillo ha sempre detto che non ha i requisiti per sedere in parlamento proprio perché è un condannato,

  18. Riccardo Zedde ha scritto:

    Lo facessero tutti i partiti…. bene cosi’ !!!

  19. Lucia Locatelli ha scritto:

    P.s.: Grillo è un condannato! !!!

  20. Giampiero Censorii ha scritto:

    … chi non fa, non sbaglia… certo che nonostante tutti i regolamenti sbagliano uguale, meno male che non ci comandano…

  21. Ciro Pocobello ha scritto:

    nel movimento devo0no stare solo persone ONESTE chi esce fuori dalle righe fuori , non come il senato è parlamento quanti ladri ci sono ?

  22. Massimo Giovacchini ha scritto:

    Democrazia, questa sconosciuta. ?.

  23. Salvatore Caputo ha scritto:

    Alla fine ne resteranno due..

  24. Manoah Cammarano ha scritto:

    Ps non si candiderà mai…quante braccia levate all’agricoltura

  25. Mauro Lancioni ha scritto:

    Il minimo che dovrebbe fare ogni partito non mafioso.

  26. Amaya Wonder Ferrari ha scritto:

    Ovvero Alberto? Chi? Quando? Per quanto ne so io, i condannati percepiscono ancora laute pensioni, anche in carcere!

  27. Amaya Wonder Ferrari ha scritto:

    Per non parlare del “benvenuto” a B.

  28. Sandro Buonomo ha scritto:

    al prossimo raduno ………. andra bene anche un circo di periferia, per ritrovarsi

  29. Giovanni De Marini ha scritto:

    Siamo ormai ai lagher sovietici.

  30. Pingback: Emilia Romagna, la rivincita dell'epurato Favia: "Presento la mia lista. Grillo danno per la democrazia" - Termometro Politico

  31. Enzo Mammato ha scritto:

    ma il deus ex machina…è come Barabba….

  32. Stefano Faccin ha scritto:

    Si chiama coerenza. Gli altri partiti li fanno sottosegretari.

  33. Lino Gatti ha scritto:

    grillo neonazistafascistonecomunistadittatore

  34. Michele Paolillo ha scritto:

    Espulso perché condannato in primo grado nell’inchiesta spese pazze in emilia romagna…. completate le notizie non scrivete solo quello che vi conviene servi disinformatori…. mica sono come i vostri padroni che difendono ladri e delinquenti

  35. Emanuele De Maria ha scritto:

    Coerenza … ecco come si spiega l’espulsione

  36. Massimo Potenza ha scritto:

    Non conoscendo le poche regole del movimento anche persone con titoli di laurea fanni la figura dell’ignorante. Risulta condannato dalla corte dei conti ed è quindi fuori dal movimento automaticamente!!
    Il titolo dell’articolo serve solo a far abboccare i pesci lessi che qui non mancano

  37. Lucio Contini ha scritto:

    M5S espelle i Condannati… sono proprio dei Barbari… Nel PD li fanno Senatori… Basta Barbarie, Basta M5S!!

  38. Pino Iaco ha scritto:

    L’articolo è troppo gustoso…ci sono perle di saggezza del leader mancato di maio che….levati di sotto…..da stampare e far girare nelle scuole

  39. Alys Moureu ha scritto:

    Francesco Di Giorno

  40. Giulio Fichera ha scritto:

    grazie della notizia non vi rendete conto che siete ridicoli pagliacci forza m5s

  41. Marco Comandini ha scritto:

    Di Maio…. il lustrascarpe del capo????

  42. Pietro Domenico Salvi ha scritto:

    Montare a cavallo di una disgrazia ecologica con responsabilità sempre presenti è da avvoltoi, conte, Jena insomma

  43. Simone Paccusse ha scritto:

    un esempio sofferto di onestà raccontato come un gesto deplorevole, questa è l’Italia!! Cambiamo la mente!!!

  44. Gualtiero Pagella ha scritto:

    Evviva la democrazia!!!

Lascia un commento