•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 27 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Quirinale, Berlusconi appoggerebbe Prodi per non restarne fuori

quirinale prodi

Quirinale, Berlusconi apre a Prodi. La notizia era già stata fatta filtrare come indiscrezione attraverso le pagine di Libero prima di Natale. Ora, quella di non porre alcun veto sul nome da far salire al Colle, sembra la strategia principe del gioco di Silvio Berlusconi. Nelle file di Forza Italia viene definita “teoria Minzolini”. L’ex direttore del Tg1 è tra i primi sostenitori dell’accordo tra Forza Italia e Pd.

Un accordo quello per il Colle tra il partito di Berlusconi e quello di Renzi che sembra assumere i connotati di un vero e proprio patto con il diavolo. Inutile provare a stabilire quale dei due possa rappresentare l’acqua santa. L’unico dato rilevante è la netta contrapposizione ideologica che divide i due schieramenti. Berlusconi che spalleggia Prodi, il suo acerrimo nemico. L’unico in grado di batterlo nettamente alle elezioni.

La “teoria Minzolini” sembra via via trovare sempre più spazio nei piani dell’ex Cavaliere. La motivazione era stata già ampiamente esposta dallo stesso ex direttore del Tg1. Minzolini più volte avrebbe detto a Berlusconi: “Pensaci presidente, solo Prodi riuscirebbe a tenere testa a Renzi”.

La linea di Forza Italia e di Berlusconi come detto sarebbe quella di non porre alcun veto su nessuna candidatura. Anche la rivalità con il Professore potrebbe essere messa da parte dall’ex Cavaliere in cambio di una contropartita valida. Una contropartita che dovrebbe assumere, nei desideri di Berlusconi, i connotati del “riconoscimento politico”. Un riconoscimento che il leader di Forza Italia invoca come diritto prima ancora che come desiderio.

quirinale berlusconi

Toti frena su Prodi al Quirinale

Tuttavia sul Quirinale resta ancora tutto fermo. Al grido di dolore levatosi dalle bocche di molti parlamentari azzurri “Così arriviamo al 2%”, Berlusconi risponde affidando al suo consigliere Giovanni Toti il compito di provare a calmare le acque: “Sarebbe strano che il Pd che apre sulle riforme poi rifiutasse il dialogo sul Quirinale, ma non credo sarà così”. Soltanto una apertura al dialogo dunque nonostante dal cerchio magico di Fi abbiano fatto sapere che sul nome di Romano Prodi non ci sia alcun veto.

Appoggiare Prodi per non essere tagliati fuori

Quella di appoggiare il nome di Prodi per il Colle, sembrerebbe poter rappresentare per l’ex Cavaliere l’unica strada percorribile per non essere estromesso dalla partita. Nella scelta del Presidente della Repubblica, come risaputo, tutte le forze politiche vogliono far valere il proprio peso. Non potrebbe esser da meno Forza Italia. Inoltre, non più tardi di una settimana fa, Daniela Santanché ad Agorà aveva dichiarato: “Votato Napolitano posso votare chicchessia se questa fosse la decisione di una squadra alla quale appartengo”. Ma pare evidente che molti esponenti azzurri, se potessero, farebbero volentieri a meno di votare Romano Prodi.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

52 comments
Pino Iaco
Pino Iaco

Hahaha .....darebbe via pure il sedere di dudù pur di essere considerato

Vito Martinelli
Vito Martinelli

Si fanno favori tra loro per poi contracambiare. Tutto tra loro è possibile

Giovanni Romeo
Giovanni Romeo

se prodi ci fa uscire da quell'euro in cui ci ha fatti entrare, va bene. e poi si dimetta.

Gianpaolo Pinna
Gianpaolo Pinna

BERLUSCONI,,PUR DI STARE,,IN VISTA APOGGEREBBE ANCHE UN ESTRATERRESTRE ,,NON A CAPITO ANCORA CHE NON E PIU NESSUNO ,,...E SOLO ,UN CONDANNATO,,LEVATEGLI LA SCORTA SUBITO NON E PIU senatore ,,non e nessuno

Tommaso De Falco
Tommaso De Falco

Dei FURFANTI che tramano per ELEGGERE un ALTRO FURFANTE !

Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

PRODI , presidente , mi viene da vomitare , sarebbe a dire dalla padella alla brace , d'altronde sono del PD , cosa sperare.

Uliano Giannini
Uliano Giannini

Penso che Brlusconi e' un pregiudicato. Quello che dice non e' mai vero.

Salzano Antonio
Salzano Antonio

vigliacco se fà un cosa del genere tradirebbe il suo elettorato

Agata Belviso
Agata Belviso

Ma scusate,berlusconi non e' un pregiudicato? Ops scusate,dimenticavo di essere in Italia.

Aldo Pezzolato
Aldo Pezzolato

ma che stronzata e questa. Solo gli imbecili posono credere a questo scempio

Claudio Cesare Picasso
Claudio Cesare Picasso

ah ah ah....mi vengono in mente tutti i berluscones che da un mese spargono veleno su Prodi....ah ah ahhhh

Giovanni De Marini
Giovanni De Marini

Che dire? In politica mai dire mai. Ma, cert, non è una cosa bella.

Stefano Egidio
Stefano Egidio

Non credo sia vero, ma in caso lo fosse, il mondo cambia. Adesso l'Italia non è più monopolizzata dai suoi capricci.

Andrea Galesi
Andrea Galesi

Direi che è una bufala, oppure stanno facendo solo teatro per poi impallinarlo al momento giusto

Piernando Marazzi
Piernando Marazzi

Bene Lui si parà il culo e il Pd riparerebbe ad un grosso errore e ad una sciocchezza, quella dei 101p circa

Emanuele Ferraris Di Celle
Emanuele Ferraris Di Celle

Penso solo una cosa: è allucinante che dopo tutto quello che ha fatto all'Italia, incluso evadere 300 milioni di Euro al fisco, Berlusconi abbia ancora diritto di voto. Solo in Italia.

George Ross
George Ross

Appoggiare Prodi significa tradire il proprio elettorato e non solo !!!

Angela Di Siena
Angela Di Siena

Penso che berlusconi non appoggerebbe mai Prodi. La sua è una tattica per bruciarlo.

Concetta Erbez
Concetta Erbez

I due compari pappa e ciccia ,cane non ammazza cane ,sono politici per quel poco che ci danno ,mangiano tutti i giorni e a noi tasse e pane ammuffito ah la politica ,che abbuffate

Gas Gas
Gas Gas

Ci ha già rovina una volta....

Rodolfo Lais
Rodolfo Lais

smettete di pubblicare stupidate, è già tutto deciso ..

Daniele Comerci
Daniele Comerci

....mi suona male e sospetto , se così fosse otterrebbe delle contropartite..stiamo parlando di un nemico storico del caimano, per quale ragione oggi cambierebbe idea?..........

Trackbacks

  1. […] sì. Prodi no. Ieri un articolo di Repubblica aveva parlato di un’apertura di Berlusconi alla candidatura di Romano Prodi per il Quirinale. Oggi a porre fine a veti ed illazioni è uno dei più stretti collaboratori dell’ex premier, […]

  2. […] condivisione possibile tra le forze politiche e nel Paese”. Quanto alla possibilità che su Prodi anche Berlusconi possa far cadere il suo veto, Renzi replica: “Non mi occupo dei veti di questo o quel partito. Se e quando sarà il […]