•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 20 gennaio, 2015

articolo scritto da:

Nasce OpenTg, il sito M5S che monitorerà il pluralismo dell’informazione

Roberto Fico

Presentato ieri alla Camera dei Deputati “Open Tg”, il sito a firma del M5S che raccoglierà ed elaborerà i dati dell’Agcom sul pluralismo dell’informazione, sullo spazio dato ai diversi partiti politici nei telegiornali nazionali. A presentare l’iniziativa è stato Roberto Fico, deputato M5S e Presidente di Commissione di vigilanza Rai: “ Il Movimento, Forza Italia e il Pd sono considerate forze analoghe secondo l’Autorità, ma non vengono trattate nello stesso modo, per non parlare di alcuni partiti d’opposizione che sono in parlamento , ma sono spariti dai teleschermi come Scelta Civica e Sel, con una copertura pari a zero”.

“Questo sito” continua il deputato pentastellato “è un modo semplice di raccogliere i dati per garantire trasparenza e informare i cittadini su come funziona il nostro sistema. Secondo i dati emersi, Forza Italia è il primo partito presente nei tg mediaset per tempi di parola. Non viene rispettato  il pluralismo dell’informazione che per legge vige nel nostro Paese. Se noi ci affidassimo totalmente ai tg privati la situazione sarebbe disastrosa e non avremmo più libertà di informazione. Skytg24 e Rainews24 sono invece emittenti appiattite sul Governo di maggioranza. La rete più equilibrata risulta essere La7”.

fico

“L’Italia” conclude Roberto Fico “è per libertà di informazione al 61esimo posto in una lista di 197 Paesi. Ad esempio in Francia si dà spazio anche alle forze extraparlamentari, come i movimenti per il referendum dell’acqua o contro i rifiuti nella terra dei fuochi, mentre da noi ci sono palesi violazioni non sanzionate dall’Agcom”.

Alle parole di Fico si accoda il capogruppo M5S alla Camera Andrea Cecconi che precisa: “Non si può imputare lo scarso spazio avuto quest’anno all’atteggiamento del M5S verso l’informazione, noi non abbiamo mai negato la nostra presenza nei telegiornali, che sono gli spazi informativi più visti dagli italiani”.

Erika Carpinella

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

30 Commenti

  1. katnip74 ha scritto:

    TermometroPol dei tizi che non vogliono andare in tv pretendono pluralismo?!

  2. Riccardo Bottegal ha scritto:

    sicuramente obiettivo e trasparente

  3. Giampiero Censorii ha scritto:

    … il giorno che diranno i proventi del blog…forse…

  4. Piero Nanni ha scritto:

    ma chi sceglierà come e cosa monitorare: il casalercio e il grullo??????

  5. Diego Gavazzeni ha scritto:

    I dati sono quelli dell’AgCom, noti grillini.

  6. Riccardo Bottegal ha scritto:

    “raccoglierà ed elaborerà”…

  7. Luca Simoni ha scritto:

    Come può un tg di una forza politica monitorare il pluralismo? Bah…

  8. Iose Tuveri ha scritto:

    Quanto devo pagare!!!

  9. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    no. Per uno che ”i click ci sono contano solo quelli !!!!!!!11!!-L” l’unica per fargliela capire e non clikkarlo.

  10. Liviero Raccanello Marco ha scritto:

    No

  11. Paola Mercuri ha scritto:

    Certamente. ….grande il m5S….

  12. Franco Gulino ha scritto:

    SEMPLICE FATTI I CONTI DA SOLO, io sono un consulente informatico e lavoro per diverse ditte, qualche mese fa ho installto Google Adsense, il famoso banner click su un sito di un giornale on line con oltre 5000 visite giornaliere certificate, ebbene, il primo mese google ha riconosciuto ricavi per 1,24 €, il secondo mese per 0, 94 cent, il terzo mese il proprietario ha eliminato i banner, ora fai le proporzioni con le visite di Grillo e vedi quanti miliardi gauadagna con il blob. Morale: SAPETE SOLO RIPETERE A “PAPPAGALLO” le cazzate che vi inculcano.

  13. Franco Gulino ha scritto:

    SEMPLICE FATTI I CONTI DA SOLO, io sono un consulente informatico e lavoro per diverse ditte, qualche mese fa ho installto Google Adsense, il famoso banner click su un sito di un giornale on line con oltre 5000 visite giornaliere certificate, ebbene, il primo mese google ha riconosciuto ricavi per 1,24 €, il secondo mese per 0, 94 cent, il terzo mese il proprietario ha eliminato i banner, ora fai le proporzioni con le visite di Grillo e vedi quanti miliardi gauadagna con il blob. Morale: SAPETE SOLO RIPETERE A “PAPPAGALLO” le cazzate che vi inculcano.

  14. Franco Gulino ha scritto:

    Dimenticavo, non sono un grillino, sono un tesserato SEL, ma le cazzete mi stanno sui coglioni!

  15. Antonio Rossi ha scritto:

    NEMMENO PER SOGNO

  16. Roberto Merangoli ha scritto:

    Superlativi!

  17. Beppe Roca ha scritto:

    Hanno rinunciato a 40 milioni di rimborsi elettorali e con parte dei lauti stipendi, che tutti gli altri incassano, hanno istituito un fondo per aiutare le piccole imprese ! Minkia che dementi.

  18. Arcuri Adriano ha scritto:

    Clicca clicca ,qui non guadagna grillo clicca, ipocriti che vi si è incantato il cervello ai clic, qui puoi cliccare non è il blog di Grillo pivera Italia in mano a ladri mafiosi corrotti e ti preoccupi di quanto guadagna grillo sul blog che non paga il né tu né io né il popolo.
    .

  19. Arcuri Adriano ha scritto:

    Certo per voi e difficile capirlo.

  20. Arcuri Adriano ha scritto:

    Clicca clicca ,qui non guadagna grillo clicca, ipocriti che vi si è incantato il cervello ai clic, qui puoi cliccare non è il blog di Grillo pivera Italia in mano a ladri mafiosi corrotti e ti preoccupi di quanto guadagna grillo sul blog che non paga il né tu né io né il popolo.
    .

  21. Corrado Comoglio ha scritto:

    Tutte le fonti d’informazione devono essere prese i considerazione per poi farsi una sintesi facendo abbondante uso della propria intelligenza critica. Quindi non escludo di vederlo e, se si dimostrasse non fazioso e trasparente, includerlo nelle fonti “accreditate”. Ma prima va visto e valutato

  22. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    dipende dal rating. Il blog vale 5€ ogni 1000 visualizzazioni, è nella top ten momdiale. Il punto è innamzitutto il conflitto di interessi di casalercio associati, che incassa anche due milioni e mezzo di FINANZIAMENTO PUBBLICO per la comunicazione dei gruppi parlamentari, poi che appunto il loro metro sono i click, finhè rende la loro politica va bene così

  23. Antonella Tonveronachi ha scritto:

    Non lo seguirò non mi interessa dare spazio a falsità e ipocrisia

  24. ExPD ha scritto:

    Ma che cazzo dici Capatano… non hai idea di quanto costa tenere in
    piedi un sito come quello di Grillo (in italiano, inglese, giapponese e per i non vedenti). La Boldrini spende quasi un milione
    di euro per la comunicazione, tanto per dirne una – sai che “comunicazione” deve tenere su quella povera nevrotica.

    Il M5S avrebbe potuto prendersi i rimborsi elettorali, sarebbe stato ben più semplice. Ma le teste di minchia come te non lo capiscono quello

  25. Lysia Neri ha scritto:

    NO! Sarà un’altro come Radio Padania e Radio Radicale!

  26. Carlo Ciambella ha scritto:

    no il m5s non m’interessa

  27. Federica Stacchi ha scritto:

    Ahahahahahahahahahahahahshahahahahah.

  28. Mimmo Ristori ha scritto:

    No!

Lascia un commento