•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 27 marzo, 2015

articolo scritto da:

Unioni civili, Cei attacca: “Testo Cirinnà è forzatura ideologica”

Social Network, Renzi e Grillo si contendono la leadership (anche) in Rete

Il disegno di legge sulle unioni civili, prima firmataria la senatrice PD Monica Cirinnà, ottiene il suo primo sì. Poco fa, infatti, la commissione Giustizia di Palazzo Madama ha dato il via libera al testo con 14 voti favorevoli, 8 contrari e 1 astenuto. Hanno detto sì, in un’inedita saldatura, gli esponenti del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle. Contrari, invece, i rappresentanti di Nuovo centrodestra (che è al governo), Lega Nord e Forza Italia (con l’eccezione di Ciro Falanga che si è astenuto).

Unioni civili, cosa prevede il testo

Scendendo nei particolari, il DDL introduce la possibilità per le persone dello stesso sesso di contrarre un’unione civile. Non il matrimonio quindi, ma qualcosa che vi si avvicina molto, se è vero che vengono estesi anche diversi diritti riservati oggi alle coppie eterosessuali, in primis la reversibilità della pensione (che solo due giorni Alfano aveva maldestramente contestato). Importante anche l’aspetto relativo al riconoscimento dei matrimoni gay contratti all’estero: l’attuale versione del testo prevede infatti che in tali casi si possa ottenere l’equivalenza, “tramutando” le nozze in unioni civili.

unioni civili

Rimangono invece precluse le adozioni, con l’unica eccezione della possibilità di adottare il figlio del/la partner (cosiddetta “stepchild adoption”). Significativa, anche se di minor impatto, la disposizione che estende alle coppie di fatto eterosessuali che non intendono contrarre matrimonio la possibilità di regolare alcuni rapporti di natura personale e patrimoniale: subentro nel contratto d’affitto, assistenza in ospedale, mantenimento temporaneo dell’ex partner in difficoltà.

Sale la tensione tra PD e NCD

La vicenda non può che acuire i già tesi rapporti tra PD e NCD. Nei giorni precedenti, si sono aperti numerosi fronti tra le due forze su cui si regge la maggioranza: dalle tensioni sulla giustizia (prescrizione lunga e anticorruzione), al tema delle intercettazioni (sulla quale gli alfaniani vorrebbero una stretta maggiore) e per finire alla figuraccia sul decreto antiterrorismo, che ha reso necessario l’intervento diretto del premier Matteo Renzi per stralciare una norma che, se approvata, avrebbe permesso alla polizia di spiare i computer di ogni singolo cittadino.

Unioni Civili, Cei: “Testo Cirinnà è forzatura ideologica”

Il testo Cirinnà sulle unioni civili “vuole fare una forzatura ideologica, ridurre realtà oggettivamente diverse ad una”. Lo ha detto il segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino, citando la parte che tratta delle unioni civili tra persone dello stesso sesso in senso matrimoniale. Secca la replica della relatrice Cirinnà: “Il Pd va avanti: la legge sulle unioni civili è un impegno preso con i nostri elettori ed è un riconoscimento di diritti che la Consulta ci chiede con estrema sollecitudine. Rispetto le posizioni della Cei, ma io mi occupo di leggi e diritti, semmai di reati. Non di peccati”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

5 comments
Maurizio Motta
Maurizio Motta

Penso che come sempre detto, se le proposte sono serie e ben fatte il m5s non nega mai il suo voto favorevole (e se vota contro spiega i motivi I suoi elettori)

Walter Delfini
Walter Delfini

è normale...se si vogliono leggi civili e progressiste il pd sa a chi si deve rivolgere se no ciccia...

TizioGiusto
TizioGiusto

@TermometroPol certe decisioni dovrebbero essere adottate con referendum. Una maggioranza decide e non subisce i costumi di una minoranza!