•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 30 aprile, 2015

articolo scritto da:

No Expo: scontri a Milano tra polizia e manifestanti

no expo milano

Tensione e scontri a Milano nel giorno della vigilia dell’inaugurazione di Expo 2015. Tra studenti e antagonisti, quasi mille erano in piazza stamattina per protestare contro l’imminente apertura dell’Esposizione Universale. Sul tetto dell’Expo Gate – l’edificio simbolo dell’evento situato al centro di Milano – due manifestanti hanno srotolato uno striscione con la scritta “Grande evento uguale grande bufala. No Expo: un altro mondo è possibile”.

I tafferugli più violenti si sono registrati in Viale Majno, all’angolo con Via Rossini, dove alcuni manifestanti incappucciati hanno compiuto un blitz contro la sede dell’agenzia Manpower. Un gruppo di persone a volto coperto si è staccato dal corteo degli studenti di passaggio e ha sfasciato le vetrine dell’agenzia, lanciando anche uova, vernice, fumogeni e bottiglie. Con una piccola carica di alleggerimento, la polizia è riuscita nell’intento di dileguare i facinorosi. Gli atti vandalici però non finiscono qui: la sede dell’Enel in Via Broletto, infatti, è stata imbrattata, mentre la statua al centro di Largo Cairoli è stata coperta con una bandiera.

Lo stesso movimento No Expo, protagonista della protesta, è stato percorso da momenti di tensione, con urla e spintoni tra anarchici Black Bloc e Collettivi studenteschi.

No Expo, Salvini: “Delinquenti, non manifestanti”

Duro il commento del leader leghista Matteo Salvini, il quale ai microfoni di SkyTg24 ha detto che “se c’è gente che sta manifestando a Milano con il passamontagna e la vernice in mano, va arrestata adesso, perché non si può manifestare col passamontagna facendo casino, distruggendo e imbrattando. Vanno arrestati!”.

A Radio Padania, invece, il segretario del Carroccio ha parlato della mancata espulsione dall’Italia dei No Expo fermati dalle forze dell’ordine: “Questi non sono manifestanti ma delinquenti, perché se uno viene con maschere antigas e bottiglie Molotov qualche idea ce l’ha. Mi domando dove sia la giustizia in Italia, dove sono certi giudici quando emettono certe sentenze? Spero che questi non sfascino la nostra città o chiederemo danni morali e materiali a quelli che l’hanno permesso”. Nelle ore successive arriva però l’espulsione di tre antagonisti tedeschi denunciati per possesso di armi improprie e occupazione abusiva: stando a quanto riportato da Repubblica, i tre saranno presto rimpatriati su un volo di linea.

“Come si vede stiamo intervenendo sul versante sicurezza con la massima serietà – ha dichiarato il ministro Maurizio Martina parlando dei controlli della Digos – Ma l’appello che continuo a rilanciare è che Expo è una festa dei popoli, che consente alle persone di incontrarsi, anche nella pluralità di opinioni e pensieri. Non c’è alcun bisogno di rovinarla con atteggiamenti sbagliati. Per cui, massimo rispetto per tutti e rispettare un grande evento come questo e, soprattutto, i tantissimi che vogliono viverlo bene”, ha concluso il ministro. Il clou della protesta, comunque, è previsto per domani, primo maggio: il giorno in cui l’Expo avrà finalmente inizio.

 

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da: