•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 20 maggio, 2015

articolo scritto da:

Formigoni perde aereo e controllo: “Ho il tuo nome e ti denuncerò”

Formigoni perde aereo e controllo. Una brutta giornata per il senatore Ncd ed ex presidente della Regione Lombardia. Perdere l’aereo non fa piacere a nessuno tantomeno a Roberto Formigoni. Reagire di rabbia e di istinto può essere considerato lecito, forse anche per un senatore della Repubblica italiana.

Lecito se non fosse stato eccessivo e con tanto di video postato su Facebook. In tempi come quelli di oggi bisogna tenere gli occhi sempre aperti, anche quando si è arrabbiati. Ovunque può celarsi lo sguardo indiscreto della fotocamera di uno smartphone.

Cambio di gate e il senatore arriva in ritardo

Proprio questo sguardo indiscreto ha permesso al mondo dei social di scoprire un lato finora nascosto di Roberto Formigoni: quello incandescente di rabbia. La causa? Ripetuto cambio del gate del volo del senatore. Un cambio che ha causato a Formigoni la perdita del volo e del controllo di se stesso, come detto.

Formigoni_perde_aereo

“Ho il tuo nome e ti denuncerò”

“Ho il tuo nome e ti denuncerò” accusa Formigoni al telefono con gli operatori del desk dell’aeroporto di Fiumicino. Ma il linguaggio del senatore è assai più colorito. L’ex governatore della Lombardia dopo le accuse e le minacce arriva a scaraventare il telefono a terra.

Il video postato su Facebook

Qui il video dell’accaduto che riprende Formigoni in lontananza. Pochi dubbi sulla voce che sembra essere proprio quella del senatore.

https://www.youtube.com/watch?v=MLoCgGvmjEo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

Pubblicità

articolo scritto da: