•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 7 maggio, 2014

articolo scritto da:

Sì al Ddl lavoro, Movimento 5 Stelle show “E’ un provvedimento simbolo della schiavitù”

Che il dibattito parlamentare sarebbe avvenuto in un clima particolarmente concitato era, a dire il vero, ampiamente previsto. Ma le fibrillazioni che hanno accompagnato in Senato l’approvazione del decreto legge lavoro (158 voti a favore contro 122 contrari, con voto di fiducia – a dimostrazione della rilevanza cruciale che esso ha assunto per il governo) sono state ben superiori alle aspettative. Le proteste più animate sono arrivate dai banchi del Movimento Cinque Stelle, i cui senatori – indossando magliette con scritto “schiavi mai” – si sono ammanettati in Aula, provocando l’ira del vicepresidente del Senato Roberto Calderoli (che presiedeva la seduta), il quale ha minacciato di poter disporre persino l’arresto dei senatori in questione. La simbologia “carceraria” che ha caratterizzato la protesta dei pentastellati si riferisce soprattutto agli elementi di costrizione e alla totale assenza di garanzie per i lavoratori che questo decreto introdurrebbe. Più tardi, infatti, lo stesso Vito Crimi, già capogruppo in Senato del M5S, spiega all’Ansa che le manette sono il simbolo del dl lavoro, un provvedimento simbolo della schiavitù moderna che rende schiavi i lavoratori precari”.

 

senatori cinquestelle

Alle critiche feroci dei grillini si sono accompagnate quelle, decisamente più pacate, sono arrivate anche dal gruppo di senatori di Sinistra Ecologia e Libertà, il cui capogruppo Loredana De Petris afferma che questa legge “smantella ogni residuo diritto dei lavoratori e condanna al precariato a vita”. Non è mancato poi il disappunto di Forza Italia e Lega Nord, mentre appare unito il gruppo del Pd, in cui il decreto è stato votato anche dai senatori dell’ala sinistra che nelle ultime settimane non avevano lesinato interventi critici rispetto alla maggioranza renziana del partito.

Il ddl lavoro, intanto, ha già suscitato le ire dei sindacati, in particolar modo quelle della Cgil, il cui rapporto con Renzi nelle ultime settimane non è stato certo idilliaco, per usare un eufemismo. E proprio dal congresso del più grande sindacato italiano, che si sta tenendo in queste ore a Rimini, il ministro del lavoro Giuliano Poletti (la cui provenienza dal mondo delle “coop rosse” potrebbe rappresentare un punto di incontro tra il governo e il sindacato guidato da Susanna Camusso) assicura che il decreto riuscirà ad essere definitivamente approvato alla Camera entro il tempo limite, fissato al 19 maggio.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

44 Commenti

  1. Simone L'Uschi ha scritto:

    dissero quelli che firmarono un documento d’obbedienza al capo e al suo marchio registrato.

  2. Alessandro Nizzoli ha scritto:

    Una reffifica, un documento d’obbedienza al programma. Informati meglio che eviti di fare criminalità dell’informazione.

  3. Simone L'Uschi ha scritto:

    ma levati dai coglioni

  4. Simone L'Uschi ha scritto:

    “reffifica”. Analfabeta di ritorno.

  5. Maurizio Coradini ha scritto:

    i soliti idioti…

  6. Federico Casaluci ha scritto:

    Se è per quello, manco “criminalità dell’informazione” ha molto senso..

  7. Giusi Verde ha scritto:

    voglio vedere online la ricevuta per la stampa delle magliette (iva inclusa)!

  8. Claudia Macale ha scritto:

    vanno già pronti per esibirsi, perché? é come quelli che vanno allo stadio con catene, chiave inglese ecc.. ecc.. peché é logico per usarle o mi sbaglio?

  9. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Cerca il programma su cui il PD ha chiesto il voto alle ultime elezioni … poi cerca quello del M5S … e confrontali con quello che gli eletti hanno fatto in Parlamento. Scoprirai che gli eletti del M5S sono coerenti con quel programma mentre quelli del PD sono fedeli a quello che ha deciso il nuovo capo.

  10. Salvo Marino ha scritto:

    Simone L’Uschi renderanno il lavoro in ingresso più precario (30 mesi a tempo determinato) e te hai il coraggio di attaccare i grillini? Ma pensiamo anche alle future generazioni, ai nostri figli… Questi farabutti vogliono farci diventare i nuovi schiavi.

  11. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Non ci arrivano. Sono piddini.

  12. Beppe Roca ha scritto:

    Un ammenda del 20% della paga base…….alla faccia che riforma.

  13. Simone L'Uschi ha scritto:

    Il nuovo capo nel PD lo eleggono

  14. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Ah. Quindi, siccome il PD ha cambiato segretario, il programma su cui aveva chiesto il voto lo si può gettare nel cesso. Contano più gli iscritti del PD dei cittadini-elettori.

  15. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Quanto, poi, alle supercazzole … l’ultimo ventennio dimostra la “produttività” del PD.

  16. Simone L'Uschi ha scritto:

    Il programma si getta nel cesso nel momento in cui non si ha l’autosufficienza per portarlo avanti. Gli iscritti del M5S sono lo 0,18% dell’elettorato, e decidono la linea politica di un movimento da 9 milioni di voti tramite le meravigliose consultazioni sul blog. Cazzo dici???
    Io nell’ultimo ventennio il PD l’ho votato una volta e si chiamava sempre Ulivo. Voi eroi moderni dove cazzo eravate quando Berlusconi prendeva il 40%? A ragionare di Valentino Rossi, Ibrahimovic e Schumacher? Ma andate in culo, andate.

  17. Bruno Andolfatto ha scritto:

    schiavi di Beppone sì…

  18. Simone L'Uschi ha scritto:

    Piddina è tua madre, coglione da corsa. Adesso ci stai anche dieci anni precario. Anche venti. Vai a sentire le ditte in subappalto con FS (tipo i pulitori o il personale dei treni notte) o con la pubblica amministrazione (tipo le imprese di pulizia e i fornitori di articoli di consumo). Non sapete una sega e vi sentite autorizzati a parlare di ogni spettro dello scibile umano.

  19. Giorgio Angeletti ha scritto:

    che belle panzette

  20. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Il programma non lo si butta nel cesso. L’SPD – che, a differenza del PD, è un partito serio – prima di fare le larghe intese con la CDU ha negoziato tre mesi punto per punto e poi, alla fine, su quel “nuovo” programma ha fatto un referendum tra gli iscritti.

  21. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Il M5S fa consultazioni tra gli iscritti per le cose che non sono nel programma. Per il resto, si attiene al programma. Capisco che per i partiti tradizionali e per il cittadino-suddito è difficile da capire … ma tant’è.

  22. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    P.S.: … B, a differenza di prima, oggi è condannato in via definitiva e prende a stento il 20%. E’ il PD che lo sta trasformando in padre costituente. Basta scuse. Il PD ci dialoga perché ci si trova in sintonia.

  23. Simone L'Uschi ha scritto:

    Ma insomma, vuoi deciderti? Contano gli iscritti o i cittadini elettori? Quando riguarda il PD bisogna consultare gli elettori mentre per voi e SPD va bene consultare solo gli iscritti certificati? Ma che cazzo ti fumi, le camere d’aria?

  24. Simone L'Uschi ha scritto:

    Il PD ci dialoga perché quando dialoga con voi Fraccaro si spolvera la giacca come ieri con Civati. Proprio come fece B. con Marco Travaso. È un caso? Io non credo!!!1! UNDICI!

  25. Simone L'Uschi ha scritto:

    Ma vai a lavorare, guarda. Vai a lavorare. Si attiene al programma. Cosa ha realizzato del suo programma? Il reddito di cittdinanza? L’uscita dall’euro? L’apriscatole? Il vaffanculo? Per le cose che non sono nel programma, il M5S fa le consultazioni con 4’000 segaioli che decidono (ma solo su quello che vuole il duce) la linea di un partito che ha preso 9 milioni di voti. Ma andate a giocare dove passano i TIR, guarda: siete la Woodstock dei minus habens.

  26. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Dati una calmata. E guardati il programma anche di Renzi alle primarie. A quei tempi diceva “mai al governo senza elezioni” … mai più larghe intese … dunque, non solo il PD ha tradito il programma su cui prese il voto alle elezioni ma anche quello su cui i suoi iscritti hanno votato alle primarie. Ciao suddito.

  27. Simone L'Uschi ha scritto:

    Coglione, e ripeto: COGLIONE, ma che io abbia votato PD prima e Renzi poi chi te lo ha detto?

  28. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    P.S.: il M5S non è al governo. Non è maggioranza. Dunque può solo votare o non votare le proposte di legge degli altri. E proporre leggi o emendamenti chiedendo, su quelle, il voto. Che senso ha dire: “cosa ha fatto?”. “Cosa ha fatto?” lo si può dire al PD che governa da tre anni (prima con Monti, poi con Letta ora con Renzi).

  29. Simone L'Uschi ha scritto:

    che ha rispettato il programma ce lo hai comunicato tu, confermando il fatto che il programma era: non prendersi la responsabilità di un cazzo e dire tutto (è tutta colpa del PD) e il contario di tutto (il PD è stato improduttivo negli ultimi vent’anni).
    Fai pace col cervello che poi ci aggiorniamo, eh?

  30. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Tu fai pace con l’educazione. E datti una calmata. Chi ha governato negli ultimi 20 anni? PD e PDL. Alternativamente. Risultati? Li vediamo. Siamo in caduta libera. Tutti gli indicatori economici sono peggiorati. Questi sono fatti. E c’è ancora qualcuno che si esercita nel tiro al M5S? Che in Parlamento ci sta da un anno? A me fate un pò ridere …

  31. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    E datti una regolata con gli insulti. Stai buonino.

  32. Simone L'Uschi ha scritto:

    A me fate ridere voi COGLIONI che non capite un cazzo e ragionate dei massimi sistemi. Vai vai, bellino, levati da tre passi dai coglioni: m’hai dato del servo e del suddito, che cazzo volevi, l’applauso?

  33. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Prima che ti venga un travaso di bile … ti saluto. E stai buonino.

  34. Simone L'Uschi ha scritto:

    Travaso di bile? Ti dai decisamente troppa importanza, caro minus habens.
    Quando avrete finito di pretendere nei vostri confronti i modi dell’educanda e di riservare agli altri quelli del camionista ceceno poi ne riparliamo, eh?
    Ora, cortesemente, vattene affanculo, tanto tra di voi è uno slogan e non un’offesa.

  35. Luisa Bacocchia ha scritto:

    mettetevi a lavorare basta cazzeggiare buffoni

  36. Vanni Mircoli ha scritto:

    siete già schiavi di grillo e Casaleggio !!!

  37. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Ciao iperteso …

  38. Simone L'Uschi ha scritto:

    Ciao caro, #vincetepoi

  39. Pino Alviano ha scritto:

    Questi grillini mi fanno ridere, con la maglietta schiavi mai : ma se sono schiavi del pensiero di Grillo, che se si scostano di poco li butta fuori dal movimento.

  40. Marcello Novelli ha scritto:

    Urca che politica aggressiva. 😀

  41. Stefano Casini ha scritto:

    Pino, io invece di chiamarli grillini li chiamo grullini, va bene ugualmente noooo?

  42. Gianfranco Mancini ha scritto:

    Ma iatavenne al cesso!!

  43. Carlo Spallanzani ha scritto:

    Simone l’uschi mi hai regalato un tir di risate! Grazie!
    Non li avevo ancora visti dileguarsi piagnucolando

Lascia un commento