•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 11 giugno, 2015

articolo scritto da:

Omicidio stradale: il Senato approva il testo Ma il Governo va sotto per due volte

omicidio stradale

Palazzo Madama ha approvato il disegno di legge sull’omicidio stradale con 163 voti a favore, 65 contrari e 2 astenuti. Ora toccherà alla Camera dei deputati esprimersi sul provvedimento, il cui testo ha l’obiettivo di introdurre e disciplinare i reati di omicidio stradale e di lesioni personali stradali.

Grazie alle norme contenute nel ddl, i pirati della strada rischieranno fino a 27 anni di carcere. Il massimo della pena è previsto per chi, guidando in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, si dà alla fuga dopo aver investito e ucciso più di una persona. Gli anni di carcere scendono a 18 senza la fuga. Se la vittima è una sola, il conducente rischia fino a 12 anni di carcere, che diventano 18 in caso di fuga dal luogo dell’omicidio. Per quanto concerne la patente, il disegno di legge parla di una sospensione che può arrivare fino a 30 anni, in caso di omicidio stradale.

Omicidio stradale: governo battuto due volte

Dopo il passo falso del ddl scuola in commissione affari costituzionali – bocciato su un parere non vincolante – il governo è inciampato anche nel corso della votazione per il ddl sull’omicidio stradale, finendo due volte sotto al Senato. L’esecutivo aveva espresso parere contrario su tre emendamenti, ovvero il 114, 115 e il 117 – il 114 e il 115 però sono uguali e c’è stata un’unica votazione – ma l’Aula di Palazzo Madama li ha approvati comunque.

Si tratta degli emendamenti che “escludono l’estensione della pena della reclusione da sette a dieci anni ai casi in cui i conducenti di veicoli a motore cagionino la morte di una persona a seguito di attraversamento del semaforo rosso, inversione del senso di marcia, sorpasso in corrispondenza di un attraversamento pedonale”. Hanno votato contro il governo circa settanta senatori Pd e 22 colleghi di Ncd.

omicidio stradale

Omicidio stradale, la soddisfazione di Renzi

Su Twitter, il premier Matteo Renzi ha espresso soddisfazione per il sì del Senato al ddl sull’omicidio stradale: “Un impegno che ho preso da sindaco con famiglie vittime di incidenti: punire l’omicidio stradale. Oggi prima lettura ok Senato #lavoltabuona”.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Alex Parela ha scritto:

    L’importante è che l’abbiano approvato. Adesso in fretta alla Camera e (finalmente) avremo il reato di omicidio stradale !!!

Lascia un commento