•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 20 maggio, 2014

articolo scritto da:

Eurostat, occupazione ai minimi storici. Renzi: “Vedo segnali di ripresa”

euro

Notizie poco incoraggianti sul fronte dell’occupazione in Italia e nell’Eurozona. Secondo dati Eurostat, il tasso di occupazione in Italia tra i 20 e i 64 anni, ai minimi storici, è tornato ai livelli del 2002. Peggio di noi solo la Grecia. Nel 2013 il tasso di occupazione si è attestato introno al 59,8%. Un calo importante se si considera che il dato non scendeva sotto il 60% dal 2002, quando era al 59,2%. Dato, quello relativo all’occupazione di una fascia considerevole di popolazione attiva, che continua a calare ormai da 5 anni consecutivi.

Ottimista il premier Renzi: “I dati mostrano che nel 2013 sul lavoro si è toccato un punto molto basso eppure inizio a vedere i segni di una ripresa”, ha dichiarato commentando i dati il Presidente del Consiglio. Rassicurazioni che comunque tengono l’Italia molto lontana dalla media europea , dove il dato scende a 68,3%, perdendo solo uno 0,1 sul 2012.

Segnali di ripresa, invece, arrivano nella fascia 55-64, in cui l’Italia segue il trend dell’Europa: da 38,1% a 50,1% nel 2013 il numero degli occupati fra gli over 55, con un +2,3% per l’Italia nell’ultimo anno, in linea con l’andamento Ue. Dati, quelli dell’istituto di  statistica europeo, che indicano che la fascia più colpita dalla depressione del comparto del lavoro e da una crescente inoccupazione è quella dei giovani tra i 25 e i 36 anni: dal 72,6% al 60,2%  nell’ultimo anno. 2 milioni in meno di occupati proprio nella fascia d’età in cui si dovrebbe cominciare ad avere accesso al mondo del lavoro. Situazione più stabile, invece, per i lavoratori over 55. 

Europa-Bandiera-Europea

Fanalino di coda nell’Eurozona la Grecia. Performance peggiore di quella italiana per i vicini ellenici, con il tasso di occupazione calato di 2,1 punti, dal 55,3% a 53,2%. Fanno meglio invece Francia, Inghilterra e Germania. I tedeschi guadagnano lo 0,4% e salgono fino al 77,1%, superando così di 0,1 punti l’obiettivo per l’occupazione della strategia Europa 2020: si tratta del target fissato per i Paesi europei che si sono impegnati a raggiungere determinati livelli di occupazione, d’accordo con la Commissione Europea che ne monitora l’andamento. Per l’Italia l’obiettivo è un tasso di occupazione al 67%. Improbabile, se non impossibile, soddisfare tale obiettivo entro il 2020, visto il trend negativo del dato.

Carmela Adinolfi

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

1 Commento

  1. lecosostenibile ha scritto:

    TermometroPol matteorenzi #renziezeroleggi Si, sono segnali di fumo.

Lascia un commento