•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 6 giugno, 2014

articolo scritto da:

Istat: nel 2013 il Pil nazionale giù del 1,9%. Solo al sud -4%

Stesso paese, diversi i risultati. L’Istat ha combinato alcuni dati sul Prodotto Interno Lordo ed ha mostrato un’Italia divisa in due tronconi: centro-nord e meridione.

Il Pil è crollato, questo è noto. Ma ciò che non era ancora palese è la distribuzione del calo: se dal punto di vista nazionale, ovvero da Bolzano a Marsala, il Pil è sceso del 1,9%, nel sud si è doppiata la cifra, arrivando addirittura al 4%. Se prendessimo ad esempio, poi, alcuni settori, allora noteremmo ad un calo ulteriormente diversificato.

L’Istat divide in zone, praticamente corrispondenti alle circoscrizioni europee, la discesa dei diversi settori: nel nord ovest l’agricoltura cala del 3,1%, quasi come il settore secondario (-3,3%); crescono invece i servizi: +1,1%. Al nord est, terra storicamente contadina grazie alla presenza della Pianura Padana, l’Istat ci informa del crollo industriale (-4,7%), mentre presenta quasi invariato il settore terziario (-0,4%) e fa notare una clamorosa crescita dell’agricoltura (+4,7%) . Poi è la volta del centro Italia: valori quasi tutti uguali, ma al contempo negativi, col -1,2 nell’agricoltura, -1,4 nel settore secondario e -1,5% nei servizi. Quindi il sud Italia: è qui che l’Istat affonda i sogni di ripresa di milioni di cittadini. Se il settore primario ha avuto un leggero calo (-0,3%) e quello terziario più modesto (-3,1%), è quello industriale a preoccupare fortemente: -8,3%.

italiapolitica

Quanto all’occupazione, anche questa ha subito una diminuzione del 1,9% durante il 2013. Al sud è un vero e proprio crollo: -4,5% (nel settore industriale -7,7%). Ed è qui che oggi si registra il più alto numero di giovani disoccupati: sfondata quota 60%. Al centro l’occupazione è calata del 1,2%, vicina a quella del nord est (-1,6%), mentre al nord ovest si è ben difesa grazie ad un -0,3%.

Daniele Errera

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Massimo Romano ha scritto:

    Nel sud -4% ? Ci hanno lasciato senza strade, senza ferrovie, senza porti e con aeroporti da terzo mondo, la mafia, la camorra e la n’drangheta lasciate libere di distruggere società civile ed ecosistema per poterle usare come bacini di voti (sentendoci pure chiamare terroni)…..a me pare sia un mezzo miracolo che ancora il sud non è colato completamente a picco….

Lascia un commento