•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 26 dicembre, 2012

articolo scritto da:

Mario Monti è già in campagna elettorale

[ad]Mario Monti si candida alle elezioni politiche 2013, o per meglio dire, Mario Monti offre la propria disponibilità a guidare un nuovo esecutivo, legittimato dal consenso popolare, composto dalle forze politiche che si riconoscono nella sua agenda.
È con questa formulazione, da molti definita ambigua ma necessaria a causa della posizione del Professore, che si è consumata la “salita in politica” di Monti nella consueta conferenza stampa di fine anno.

Monti, infatti, in quanto senatore a vita, non può candidarsi direttamente al Parlamento, ma questo non impedisce alle forze politiche in suo appoggio di fare il suo nome alle consultazioni con il Presidente della Repubblica al momento della formazione di un nuovo governo; al tempo stesso, e si tratta di un fattore ancora più importante, le parole di Monti disegnano un rapporto di forza tra il Professore e le forze politiche in suo sostegno molto simile a quello attuale, in cui Monti tiene in qualche modo sotto scacco i partiti vincolando la propria presenza alla realizzazione di un determinato programma politico.

mario monti

Sia come sia, conteggiare Monti tra i candidati al seggio di Palazzo Chigi significa ridisegnare completamente gli scenari politico-elettorali in vista delle politiche di febbraio, e le case sondaggistiche si ritroveranno costrette a fare gli straordinari per conteggiare il fattore Monti nelle prossime edizioni dei loro sondaggi politici.
Già dalle parole di Monti, tuttavia, si può capire come verrà impostato questo inizio di campagna elettorale, e, in ultima analisi, capire a quali parti dello schieramento politico conviene la discesa in campo di Monti e quali, invece, ne risultano più danneggiate.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

2 comments
D Comerci
D Comerci

....il fatto che Monti abbia in qualche modo deciso di entrare nell'agone politico, di fatto crea più problemi al PD che al frantumato centrodestra, non fosse altro perchè la contesa della leadeship del paese, a questo punto è appanaggio eslusivo di Bersani e Monti..E qui il discorso si fa serio perchè dipenderà molto da quanti nel PD seguiranno il professore, alcuni hanno già dato la loro disponibilità e non è escluso che altri si aggiungeranno nei prossimi giorni....Ma in particolare una cosa su tutte potrebbe far temere il PD l'adesione di Matteo Renzi alla corte del professore, in questa ipotesi il PD potrebbe persino non essere più il primo partito spianado la strada a Monti per Palazzo Chigi e costringendolo di fatto ad una alleanza con il professore, costringendo Bersani a un passo indietro rompendo l'alleanza con Vendola...In questo scenario il PD rischia davvero molto....Per come stando andando le cose non sono affatto convinto che lo scontro elettorale sia tra Bersani e Berlusconi, mi azzardo a dire che Berlusconi vedrebbe meglio Bersani che Monti.....

Fracala
Fracala

Frattini con Monti? Ma Frattini non è quel parlamentare di quel parlamento che, per ben due volte, ha votato che la Ruby è nipote di Mubarak? Ed io dovrei votare per un personaggio del genere? Se, in anche soltanto in una delle nelle liste "Monti", vi è un solo un personaggio di questo screditato parlamento che ha votato la Ruby nipote di Mubarak, Monti perde ogni credibilità, e gli italiano avranno ragione a non votala. Vogliamo ricominciare con lo stesso teatrino ?????? Mandate via i riciclati ed i profittatori. Poi noi elettori (che non siamo popolo bue) decideremo.