•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 9 aprile, 2013

articolo scritto da:

Incontro Berlusconi-Bersani, Letta (Pd) “Passi avanti, obiettivo presidente condiviso”

E’ appena terminato l’atteso incontro fra il segretario democratico Bersani e il presidente del Pdl Silvio Berlusconi. Luogo del summit Palazzo Giustiniani. Bersani nonostante in mattinata avesse chiuso a possibili larghe intese ha dovuto cedere alle pressioni interne del suo partito. I dirigenti democratici, tra cui Franceschini, D’Alema e Bindi, spingono per un accordo con il Pdl. Accordo quanto mai obbligato visto che sondaggi alla mano, se si tornasse al voto ora, il centrodestra avrebbe il premio di maggioranza alla Camera. I margini di manovra del segretario Pd infatti si sono assottigliati giorno dopo giorno. Stretto tra l’incudine (Grillo) e il martello (Napolitano, Berlusconi), Bersani ha dovuto cedere e acconsentire all’incontro con il Cavaliere.

[ad]I temi sono noti. Berlusconi vuole un governissimo con ministri Pdl al suo interno. Bersani nicchia, esige un suo governo di “minoranza” appoggiato esternamente dalle altre forze politiche. Le parti, come si può evincere dalle recenti dichiarazioni di entrambi i leader, sono parecchio distanti. Bersani e Berlusconi potrebbero trovare un’intesa però sul Quirinale. A Berlusconi verranno proposti nomi non “ostili” al Pdl, come D’Alema, Amato e Marini.

Il primo a parlare è stato Enrico Letta. “Non abbiamo parlato di nomi. Prima servono i criteri” ha detto Letta riferendosi alla scelta del prossimo inquilino del Quirinale. “Siamo solo all’inizio. E abbiamo parlato esclusivamente di presidenza della Repubblica con l’obiettivo di arrivare ad una elezione con un largo consenso. Non abbiamo parlato di nomi. Penso ci saranno altri incontri con il Pdl” ha chiarito poi Letta.  “E’ stato – ha concluso Letta .- un incontro utile per chiarirci sui criteri per individuare una rosa di personalità, poi una personalità che possa rappresentare l’unità del Paese come ha fatto Giorgio Napolitano,vogliamo che si parta con l’idea di eleggere un presidente largamente condiviso che interpreti l’unità nazionale e ci sembra che il Pdl voglia muoversi su questa strada”.

Poco dopo ha parlato anche il segretario Pdl Angelino Alfano: “Il presidente deve rappresentare tutti gli italiani, deve essere un elemento di unità e non può essere ostile a noi. Nei prossimi giorni – continua Alfano –  potranno esserci ulteriori appuntamenti per  compiere ogni sforzo tendente ad assicurare condivisione per una scelta così delicata e importante”.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

5 Commenti

  1. giuseppe bonazzi ha scritto:

    se è vero è una notizia che fa schifo ! spero in una rivolta di tutta la base Meglio al voto con Renzi for premier !!.

  2. Dolores ha scritto:

    Di che si tratta? Di un accordo per un Presidente della Repubblica di Garanzia condiviso? Già è difficile da digerire ma aspettiamo il nome. Un accordo per un governo MAI! Napolitano sta chiudendo nel peggiore dei modi il suo settennato. Possibile che non riesce a capire che un governo di minoranza potrebbe sbloccare la situazione? Siamo tutti ostaggi di Berlusconi? Anche Napolitano? Cosa c’è che non ci hanno detto?

  3. gastone ha scritto:

    In quest condizioni meglio andare al voto con il ramazzavoti di Piermatteo Renzi.
    Tra quindici giorni se ne parla.
    Per ora seguiamo i saggi, che è cosa comunque saggia.

  4. Lily SIMULA ha scritto:

    Fare un accordo di governo con B. MAI !!.. imperativo categorico !!!vi fagociterebbe senza nemmeno rendervene conto .
    Un accordo sul Capo dello Stato NEANCHE in quanto lui sicuramente ambisce a quello scranno per avere l’immunità per mandare in prescrizione i suoi processi ….
    state attenti a non cascarci…LUI è ineleggibile ,chiaro?

  5. Rick Hunter ha scritto:

    Ma state zitti vecchie cornacchie che magari andassimo al voto, così stavolta ce lo prendiamo noi il premio di maggioranza. voi andate a fare del bene, ossia a farvi ben derubare, in un campo zingaro, come dice la boldrina.

Lascia un commento