•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 22 gennaio, 2014

articolo scritto da:

L’avvertimento di D’Alema “L’Italicum si può modificare in Parlamento”

Massimo D'Alema

L’avvertimento di D’Alema “L’Italicum si può modificare in Parlamento”.

Piovono avvertimenti verso Matteo Renzi dopo la sua accelerata sulla legge elettorale. I suoi modi di fare giudicati “arroganti” e in un qualche modo simili al “nemico giurato” della sinistra, Silvio Berlusconi, hanno di fatto aperto una crepa all’interno del partito. Da una parte il nuovo corso renziano a cui si sono aggiunti recentemente i Giovani Turchi dall’altra i bersaniani e il vecchio establishment del partito. E così non devono stupire le parole di Massimo D’Alema e Rosy Bindi. Entrambi, infatti, hanno fatto notare a Renzi che la legge elettorale passerà per forza di cose in Parlamento e potrà essere modificata nonostante l’altolà del segretario Pd (“No a modifiche o salta tutto”). “Che ci sia la volontà comune di arrivare a delle riforme è certamente un fatto sicuramente molto positivo si è aperto un processo che spero si concluda con le migliori soluzioni. Certo, naturalmente nella libertà del Parlamento di approfondire, correggere, decidere, secondo le regole democratiche normali” ha detto l’ex premier a margine di un convegno della fondazione Jean Jaures, a Parigi. Più esplicita l’ex presidente del Pd, Bindi, che in un’intervista alla Stampa dice: “In Commissione abbiamo la maggioranza […] se presenteremo degli emendamenti, il segretario li deve accettare”. Stefano Fassina invece denuncia il rischio “di una deriva padronale e plebescitaria” all’interno del partito democratico. Per Pippo Civati, sfidante di Renzi alle scorse primarie, c’è “un’atmosfera surreale da resa dei conti”. L’esponente del Pd assicura di “non voler mettere i bastoni tra le ruote alla discussione sulla legge elettorale ma spera che “con un dibattito alla luce del sole, in Parlamento, sia possibile fare modifiche”.

dalema

Intanto la responsabile Lavoro del Pd, Marianna Madia, ha annunciato che settimana prossima si terrà una Direzione nella quale verrà approvato un documento con le proposte del partito per la realizzazione di ‘Impegno 2014’, cioè il programma del governo Letta per il prossimo anno.

 

 


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

23 comments
Davide Bolli
Davide Bolli

Ma dai si può? Io pensavo foste in villeggiatura

Cettina Alongi
Cettina Alongi

No a modifiche, se no salta tutto! Questo sarebbe il confronto? Solo Grillo ti ha mandato a quel paese!

Fernando Giannoni
Fernando Giannoni

L'acqua calda l'ha scoperta D'Alema a dire che il Parlamento può modificare il testo. E' evidente Baffino e se si riesce a migliorarlo tanto meglio.

Alfredo Pierucci
Alfredo Pierucci

Però , ho un bel ricordo di quando non eravamo solo " di sinistra" ma comunisti ! Allora avremmo combattuto Renzi ritenendolo democristiano e sicuramente avremmo vinto ... Oggi invece lo abbiamo come segretario del PD !

Giorgio Angeletti
Giorgio Angeletti

questa legge elettorale è una porcata pazzesca non passerà mai

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

Apre cosa? E con chi apre? Ma questo qua è ancora in giro a cercare consenso al nazzareno?

Roberto Ballabeni
Roberto Ballabeni

D'Alema, ti prego, basta…..basta…..non ho più la forza di vederti ancora nel partito… sono senza forza, ti giuro…….il tuo tempo lo hai avuto, come gli altri Fassino Veltroni ecc ecc ecc basta…basta…..

Stefano Zappa
Stefano Zappa

se non vuoi cambiare le cose e lasciare l italia ingovernabile non usare berlusconi....cerca di essere più diretto.....berlusconi è una scusa per lasciare il parlamento in queste condizioni

Carmine Viglione
Carmine Viglione

L acqua calda l'ha scoperta il goffo fiorentino... Ma ditemi una cosa: quando si fece la bicamerale si parlo di inciucio adesso che Renzi incontra in sequenza il macellaio fiorentino ( Verdini) è pregiudicato Berlusconi, si parla di nobile accordo...

Tamara Ferretti
Tamara Ferretti

...beh! ...adesso esprimere un'opinione significa... un AVVERTIMENTO?!?... Un po' di misura plis...

Umberto Tadolini
Umberto Tadolini

Ha scoperto l'acqua calda! Se stava zitto era meglio! ;-)

Stefano Zappa
Stefano Zappa

il parlamento italiano....il luogo ideale per sotterfugi e inciuci visto che vi sono il voto segreto e manca il vincolo mandato....insomma ogni parlamentare quando viene eletto può fare quello che gli pare...........dal 1946 al 1992 48 governi