•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 24 gennaio, 2014

articolo scritto da:

In commissione arriva il primo ok all’Italicum ma è ancora scontro sulle preferenze

Franceschini boccia le preferenze chieste da Letta

Dario Franceschini, esponente del Governo Letta, dissente dal premier e dalla richiesta espressa ieri di modificare la legge elettorale con l’introduzione delle preferenze. Franceschini è contrario ad introdurre le preferenze nell’Italicum (il progetto di riforma elettorale all’esame della commissione affari costituzionali della Camera). Così il ministro per i Rapporti con il Parlamento Franceschini: “Vedo che le preferenze sono diventate improvvisamente popolarissime ma io,che ho iniziato a prenderle e molte, a vent’anni, sento il dovere morale di dire che oggi sarebbe un errore enorme reintrodurle“.

Franceschini “Con le preferenze salta l’intesa” – Il ministro spiega la sua opinione e sottolinea: “farebbero quasi certamente saltare l’intesa raggiunta”. Inoltre secondo Franceschini “farebbero aumentare a dismisura i costi delle campagne elettorali dei singoli candidati, con tutti i rischi connessi, e non sempre porterebbero in Parlamento i migliori e comunque lo priverebbero della presenza di competenze e professionalità indispensabili. Io da capogruppo ho conosciuto deputati indispensabili per competenze e lavoro che non riuscirebbero mai a essere eletti”.

franceschini boccia le preferenze chieste da letta rischiose per intesa

Franceschini “Nessuno utilizza le preferenze in Europa” – Non è un caso – fa notare Franceschini – se in nessun Paese di Europa sono utilizzate le preferenze per il Parlamento nazionale, ma soltanto o collegi uninominali, da sempre la proposta del Pd, o liste corte, perché dappertutto cercano intelligentemente di avere gruppi parlamentari che siano un mix di radicamento territoriale e competenze”.

Alfano “Mi appello a Berlusconi per ritorno preferenze” – In linea col premier Letta il ministro Alfano favorevole alla presenza delle preferenze nella riforma elettorale: “Faccio un appello a Silvio Berlusconi e spero che sul no alle preferenze elettorali si ravveda”. Alfano si chiede “per quale ragione le preferenze ci siano nei comuni, nelle regionali e nelle europee mentre dovrebbero essere cancellate nelle elezioni politiche nazionali”.

Forza Italia “No alle preferenze” – Anche Forza Italia chiude alle preferenze. Non è bastata infatti la missione di Maria Elena Boschi tesa ad ammorbidire le posizioni dei forzisti. Denis Verdini, plenipotenziario berlusconiano, ha opposto un secco no.

Primo semaforo verde per la riforma – L’Italicum ottiene il primo via libera in commissione Affari costituzionali alla Camera che ne ha approvato il testo base. A favore hanno votato Pd, FI, Sc e Ncd. Assente Sel, contrari M5S e Lega. Adesso si passerà al vaglio degli emendamenti al testo partorito dall’intesa tra Pd e Forza Italia.

Redazione

 

 

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da: