Immigrati e sbarchi in Italia, 94.485 gli arrivi nel nostro Paese, tutti i dati

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Immigrati e sbarchi in Italia, 94.485 gli arrivi nel nostro Paese, tutti i dati

Periodicamente altre notizie, come le elezioni amministrative, lo scalzano dalla prima pagina. Tuttavia è l’immigrazione da anni in testa alle cronache, tra le prime notizie dei TG.

E’ come un fenomeno ciclico, come le onde del mare che portano gli immigrati dall’Africa. Si alternano i giorni senza arrivi a quelli in cui a sbarcare sono migliaia. E parallelamente così si comporta l’attenzione dei media.

Ma cosa sta accadendo effettivamente? Quali sono i numeri?

L’UNHCR è molto puntuale nel fornirli, perlomeno per quello che accade nel Mediterraneo.

Di seguito vediamo tutti gli arrivi giorno per giorno.

 

Rispetto a giugno ci sono stati meno arrivi in questo scorcio di luglio, anche se è da segnalare il 14 luglio un picco di 5.115 sbarchi, un record che non si toccava da un anno circa.

Se vogliamo guardare tutto da una prospettiva più globale possiamo usare i filtri selezionando solo alcuni mesi e anni. Per fare alcuni confronti per esempio tra gli stessi mesi di diversi anni. O anche fra gli stessi giorni

Per capire meglio cosa accade è utile tuttavia valutare i dati per mese:

 

Il giugno 2017 si è chiuso con più sbarchi che nel 2016, che già era stato un anno record, sono 23.440 contro 22.244. Ed è stato così per  quasi tutti i mesi tranne gennaio.

Luglio per ora è a quota 10.633, è meno di metà dello scorso anno, quando furono 23.366 gli arrivi.

Nel complesso nel 2017 siamo a 94.485 arrivi, contro i 117.322 del 2016. Un calo dunque che dovrà essere però verificato alla prova dei fatti nei prossimi mesi.

Immigrati, la Guinea in testa tra i Paesi di provenienza

Pochi italiani probabilmente conoscono la Guinea e men che meno la sua storia. E’ un Paese dell’Africa Occidentale come altri. Con una storia travagliata fatta di malattie e colpi di Stato. E povertà naturalmente. Ma attualmente non vi è una guerra civile paragonabile ad altre in Africa e Medio Oriente.

Quindi è curioso il fatto che proprio da qui provenga la maggioranza relativa dei migranti che sbarcano in Italia.

Quelli di cui la nazionalità è accertata.

5.960 degli immigrati proviene da qui. 5.253 dalla Nigeria, 4.645 dal Bangladesh, e così via. Solo 533 dalla Siria, cosa degna di nota.

 

Immigrati

Immigrati, il saldo degli arrivi e il ruolo delle nuove cittadinanze

Negli ultimi anni il saldo dei nuovi immigrati è radicalmente sceso. Siamo passati da 534 mila nel 2013 a 20.875 nel 2016. Un crollo. Che ha fatto in modo che il numero di stranieri di fatto aumentasse di poco, da 4 milioni 922 mila del 2013 a 5 milioni e 47 mila nel 2016. Appena un 120 mila in più in pochi anni. Complice un incremento naturale relativamente modesto.

Di fatto sono arrivate circa 621 mila persone e se ne sono andate circa 600 mila.

 

Un attimo però. C’è una grossa illusione ottica. Parlare di stranieri che se ne vanno non è per nulla corretto. Infatti l’Istat parla di iscritti e cancellati. Perchè solo una parte degli stranieri che non risultano più presenti vanno all’estero, al proprio Paese o altrove.

In realtà nella seguente infografica vediamo che il saldo migratorio è rimasto più o meno lo stesso. Al di sopra dei 200 mila stranieri in più ogni anno, 223 mila nel 2016.

E allora cosa succede? Il punto è che contemporaneamente alcuni stranieri, arrivati nei decenni precedenti ottengono la cittadinanza. E si tratta di un numero in forte crescita, da meno di 10 mila nel 2011 a 201 mila nel 2016.

Togliendo questi 201 mila al saldo sugli arrivi di 223 mila si ottiene un netto molto basso, come abbiamo visto, che incrementa il numero degli stranieri residenti di poco.

Ma in realtà se fosse rimasto il livello di concessione della cittadinanza del 2011 saremmo a 620 mila immigrati in più residenti, un 1% in più sulla popolazione nazionale.

 

Immigrati, l’8,3% in totale, ma c’è l’incognita dei nuovi arrivi degli ultimi anni

In ogni caso di quei 5 milioni o poco più di immigrati in Italia, l’8,3%, vi è da segnalare che 3,5 milioni provengono da fuori dalla UE, mentre 1,5 da Paesi UE, in primis la Romania.

Rimane l’incognita dei 500 mila richiedenti asilo sbarcati dal 2014 a oggi. A causa dei seguenti arrivi che si aggiungono ai 94 mila parziali del 2017

2014 170.100
2015 153.842
2016 181.436

Non sappiamo se siano rimasti tutti in Italia. Fosse così avremmo uno 0,8% in più di stranieri residenti evidentemente

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

 PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL NOSTRO FORUM A QUESTO LINK

I commenti sono chiusi.

Sondaggi


Politica Italia