•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 31 marzo, 2014

articolo scritto da:

Crisi Italia: calo dipendenti pubblici e basso costo del lavoro

Dall’Istat e dall’Eurostat arrivano due vere e proprie mazzate per l’economia ed il lavoro del ‘Belpaese’: il costo del lavoro e il numero di dipendenti pubblici sono il centro delle relazioni dei due istituti di statistica.

Prima l’Ufficio Statistico dell’Unione Europea analizza il costo del lavoro: all’Italia è affidata la maglia nera 2013. Infatti la penisola ha un valore sotto la media del vecchio continente: 28,1 euro l’ora. E’ questo il livello a cui si è attestata l’Italia, contro il 28,4 dell’eurozona. Staccati, di molto, la Francia (34,3) e la Germania (31,3). Il divario è quindi grande coi paesi leader europei, tra i quali spicca in positivo il Belgio (nell’area euro, si intenda) con 39 euro l’ora.

 

eurostat

L’Istituto di Statistica nazionale, invece, prende in esame il calo vertiginoso dei dipendenti pubblici: negli ultimi dieci anni, infatti, sono diminuiti di ben 367.000 unità. Questo secondo le analisi del censimento 2011 calcolati rispetto il 2001. Praticamente i dipendenti della Pubblica Amministrazione sono passati da 3.209.125 a 2.842.053.

Daniele Errera

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: