•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 27 novembre, 2014

articolo scritto da:

Campania: in dubbio la ricandidatura di Caldoro

Stefano Caldoro rilancia la sua idea abolire le Regioni, confermata a sua avviso dalla scarsa partecipazione al voto di domenica: “Bisogna scioglierle e accorparle in massimo dieci macroregioni che si occupino solo di programmazione. Basta invece con sanità, trasporti, con la gestione dei servizi”.

Lo stop alle Regioni è pregiudiziale alla sua ricandidatura in primavera? “Esatto. Come pure – aggiunge – l’unità della coalizione che ha fin qui ben governato in Campania. L’obiettivo è sempre andare avanti. Se sei tu il primo a non garantirlo, perché mai dovrebbe crederci la gente?”.

Nella prossima primavera saranno chiamate al voto per il rinnovo dei consigli regionali, oltre alla Campania, anche Veneto, Liguria, Puglia, Toscana. Umbria e Marche.

caldoro campania

Caldoro: Centrodestra troppo litigioso

 

Su un centrodestra diviso Caldoro ammette: “Certo noi abbiamo litigato troppo ed è ora di smettere. Dobbiamo fare proposte credibili. Salvini sembra particolarmente in forma, ma ha vinto una tappa. E l’elemento unificante è ancora Berlusconi”.

Il governatore della Campania, intervistato da Repubblica, prosegue: “Salvini  è un capo di partito. Ha dato un segnale, ma il regista è Berlusconi. La leadership si conquista sul campo: corrono Salvini, Alfano, Fitto, Toti e chiunque si voglia misurare”. Ma non necessariamente con le primarie: “Non ne sono appassionato”

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: