•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 17 dicembre, 2014

articolo scritto da:

Tosi: “Per le primarie di centrodestra ci sono anch’io”

E’ un Flavio Tosi a tutto campo quello intervistato alla trasmissione radiofonica ‘Un Giorno da Pecora’, su Rai Radio2. Sono molti i temi dibattuti dal sindaco di Verona. Il sindaco di Verona parte dal toto nomi per il successore di Napolitano al Quirinale. Dopo l’incontro avvenuto fra Matteo Renzi e Romano Prodi, meeting che ha fatto spendere fiumi di inchiostro da parte della stampa, Tosi sente di voler rigettare l’ipotesi dell’ex premier e fondatore de L’Ulivo al Colle: “Per carità, Prodi è una persona degnissima, ma lui è un po’ scarico, un po’ palloso”.

Prodi, secondo più e più leghisti, ha una colpa più grande fra le tante: l’introduzione dell’euro. In effetti il dem bolognese al tempo era il Presidente della Commissione Europea. Tosi utilizza toni moderati rispetto a quelli oltranzisti leghisti: “L’uscita dall’Euro credo sia tecnicamente non percorribile, oltre al fatto che ne usciremo molto male coi conti. Ma credo che anche la posizione di chi è entusiasta dell’Euro sia sciocca. E poi c’è lo stare in mezzo, il trovare una posizione praticabile, che è quella di combattere una battaglia per l’interesse dell’Italia all’interno del sistema euro”, conferma il sindaco di Verona.

salvini e tosi

Tosi, infine, parla del rapporto con Salvini e con Berlusconi. Sul leader FI, Tosi afferma di credere di essergli antipatico. A dimostrazione l’ultimo incontro, datato anni fa. Più complicato il rapporto con il segretario della lega Nord. Tosi lo rispetta: “E’ esuberante, io sono prudente e metodico ed è più bravo di me in tv”. Anche a livello internazionale è considerato: “Putin non mi caga neanche di striscio, non conto un cazzo”, a differenza di Salvini che è stato incontrato dal leader russo. Ma nonostante accordi rispetto nei confronti del suo leader nazionale di partito, Tosi afferma come, in un precedente incontro a tre facce (con il segretario e con Maroni, Presidente della Giunta Regionale lombarda) – il cosiddetto incontro del Pirellone – al sindaco di Verona venne affidata la responsabilità di seguire “la questione del centrodestra nazionale”. D’accordo – allora – anche Salvini, il quale, tuttavia, si candiderà alle primarie del centro destra: “Non sarà il solo, saremo in molti per quel ruolo”, promette Tosi.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: