pubblicato: venerdì, 26 Ago, 2016

articolo scritto da:

M5S: a Palermo 122 aspiranti Sindaco

m5s palermo

M5S: a Palermo 122 aspiranti Sindaco

Medici, architetti, professionisti, pensionati, lavoratori precari, militanti e simpatizzanti del Movimento, sono 122 gli aspiranti candidati a Sindaco di Palermo per il M5S, Comune che andrà al voto nella prossima primavera. Una prima scrematura verrà fatta dai parlamentari nazionali, che dovranno verificare alcuni requisiti: non aver riportato condanne penali, non essersi candidati in precedenza in altre liste concorrenti al M5S ed essere iscritti al Movimento almeno dal 30 giugno 2016. Poi la parola passerà al web per il voto on line, con gli attivisti che potranno utilizzare la piattaforma Rousseau per far pervenire la preferenza.

m5s palermo

M5S: a Palermo 122 aspiranti Sindaco

I candidati potranno conquistare il consenso on line tramite un video promozionale e il proprio curriculum vitae. Una prima consultazione porterà a 40 candidati, dai quali dopo una seconda votazione uscirà chi sfiderà Leoluca Orlando, pronto a candidarsi per la quinta volta a Sindaco di Palermo.

Tra le candidature, come riporta il Fattoquotidiano.it troviamo: Riccardo Ricciardi, attivista della prima ora e marito della deputata Loredana Lupo che venne schiaffeggiata alla Camera dal montiano Stefano Dambruoso. Ma anche, Ugo Forello, avvocato e fondatore di Addiopizzo, che si è avvicinato al M5S insieme ad alcuni esponenti dell’antiracket. Poi ancora Igor Gelarda, il sindacalista che accusò il ministro Alfano di non fornire le tute antiscabbia ai poliziotti e Adriano Varrica, consulente degli europarlamentari Sonia Alfano e Ignazio Corrao.

In campo anche 22 donne, tra queste: Samantha Busalacchi, storico volto del Movimento Cinque Stelle a Palermo e dipendente del gruppo parlamentare all’assemblea regionale siciliana e Tiziana Di Pasquale, ingegnere molto attivo nella ristrutturazione dei ruderi nel centro storico.

Questi sono solo alcuni dei possibili candidati a Sindaco per il M5S. Inoltre, nella primavera del 2017 ci saranno anche le elezioni per scegliere il governatore della regione Sicilia. Proprio in virtù di questi due importanti appuntamenti elettorali, il M5S ha scelto il capoluogo siciliano per la festa nazionale, che si svolgerà il prossimo 24 e 25 settembre al foro italico di Palermo. Anche se lo stesso Beppe Grillo, con un video sul blog, aveva chiesto ai sostenitori uno sforzo economico per finanziare la festa, ad oggi la raccolta fondi sta procedendo a rilento, ferma a quota 225 mila euro.

Giacomo Tortoriello

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: