15/06/2017

Sondaggi elettorali: chi ha vinto il primo turno?

autore: Andrea Turco
sondaggio elezioni regionali sondaggio elezioni politiche

Sondaggi elettorali: chi ha vinto il primo turno? L’analisi dell’Istituto Cattaneo

L’Istituto Cattaneo ha fatto un’analisi del voto e individuato i vincenti e perdenti del primo turno delle amministrative 2017. La metodologia usata per “studiare” il voto ha previsto l’aggregazione delle liste civiche “alle principali aree nelle quali si articola oggi il sistema politico”. In questo modo sono stati messi a confronto i risultati di domenica scorsa “con le elezioni politiche del 2013 e il turno comunale precedente (che nella maggioranza dei comuni si è tenuto nel 2012)”.

Sondaggi elettorali: buon risultato del centrodestra

Il primo dato che balza all’occhio riguarda il centrodestra. E’ in quest’area che si registra una crescita rispetto alla tornata del 2012. A guadagnare voti sono soprattutto Lega Nord (+2,6 p.p.) e tutta quella galassia di partitini che si definiscono di destra; (Fratelli d’Italia, Alleanza Nazionale ecc.). Cala invece Forza Italia di 2,2 punti percentuali. La sua scarsa performance viene però compensata dai risultati dei partiti sovranisti.

Perdono invece terreno le formazioni di centro sinistra così composte; Sinistra (comprendente Sel, Sinistra Italiana, Articolo uno, Rivoluzione civile ecc.) e Partito Democratico. La Sinistra cala di 1 punto percentuale mentre i dem scendono in media dal 26,3 al 24,5 (-1,8 p.p.).

Sondaggi elettorali: M5S congelato

Il calo più vistoso si registra tra le fila dei Centristi (Udc, Scelta civica, Alleanza popolare ecc.). Queste formazioni perdono circa 7 punti percentuali. Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, il calo è più contenuto. L’Istituto Cattaneo parla di “tenuta elettorale rispetto al 2012” quando il Movimento “era ai suoi esordi a livello amministrativo”. Rispetto al 2012, i pentastellati perdono appena lo 0,3%. “A livello amministrativo, quindi, il M5s – nonostante il suo maggiore sforzo di radicamento e diffusione – è rimasto sostanzialmente fermo a cinque anni fa, con un elettorato “congelato” incapace di estendersi nei comuni”. Se invece si raffronta la forza elettorale del Movimento con le politiche del 2013 il quadro che si delinea è diverso. In questo caso i grillini perdono 18 punti percentuali. Il Centro cala di quasi 4 punti percentuali mentre il centrosinistra è in leggera flessione. Solo il centrodestra sale. Tanto che l’Istituto Cattaneo lo decreta come “il vero vincitore di questa tornata elettorale”.

VISITA IL NOSTRO FORUM A QUESTO LINK

Seguici sui nostri canali Facebook e Twitter

 

Autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →