•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 26 giugno, 2014

articolo scritto da:

Assemblea 5 Stelle a Firenze: rissa ed espulsioni

Nervi tesi in casa Movimento 5 Stelle. I grillini del Comune di Firenze, sì quella città di cui sindaco fu Matteo Renzi, si sono scontrati – e non solo verbalmente – in un’assemblea terminata ieri a notte profonda.

Sono stati i risultati delle elezioni europee ad aver scoperchiato un vero e proprio vaso di Pandora. Quel 40,8% renziano – corrispondente ad un arretramento pentastellato – ha provocato dure reazioni interne al Movimento guidato da Beppe Grillo. Sia nei confronti del leader nazionale che locali. A Firenze (nella quale provincia il Pd ha sfondato quota 60%), presso il circolo Andrea Del Sarto, un gruppo dei militanti ha sottoscritto una lettera – riguardo la mancanza di trasparenza e democrazia inter movimento – diretta al deputato Luigi Di Maio (attualmente capogruppo) all’insaputa dell’assemblea cittadina. All’ordine del giorno, quindi, l’espulsione o la sospensione del gruppo ‘eretico’. Il raduno, però, finisce praticamente in rissa. Spintoni, urla, insulti diventano normalità nell’assemblea chiamata ad un così decisivo provvedimento.

Qui il video de La Repubblica: http://video.repubblica.it/edizione/firenze/firenze-rissa-sfiorata-al-processo-dei-dissidenti-cinquestelle/170603/169092 . A cura di Gerardo Adinolfi e Ernesto Ferrara

La conseguenza principale è stata la mobilitazione di cinque volanti della polizia, dovute intervenire per sedare gli animi fin troppo bollenti. Interviene anche Silvia Noferi, consigliera Comunale 5 Stelle, che afferma come quelli siano “metodi degni dei periodi più bui della democrazia”. Quello di ieri, continua, è stato “uno spettacolo indegno. Una scatola chiusa dai soliti noti prima dell’inizio dell’assemblea, schede di richiesta espulsione di attivisti storici a voto segreto. Votazione in corso durante la discussione. Non si sa quante schede già compilate fossero dentro la scatola. Una gran parte di attivisti tra cui la sottoscritta si è rifiutata di votare in quanto mancanti le più elementari norme di garanzia. La votazione è irregolare. Chi ha organizzato questo spettacolo indecoroso è da espulsione altro che chi ha scritto una lettera di dissenso”.

Daniele Errera

 

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: