pubblicato: lunedì, 20 novembre, 2017

articolo scritto da:

Milan ultime notizie : Insigne illumina e il Napoli vince 2-1. Top e Flop

napoli milan ultime notizie

Milan ultime notizie : Insigne illumina e il Napoli vince 2-1 contro il Diavolo. Top e Flop

Dopo la delusione Mondiale e le polemiche inerenti allo scarso impiego di Insigne da parte del ct Ventura nelle due disastrose partite contro la Svezia, lo “scugnizzo” napoletano risponde sul campo all’ex mister azzurro con una prestazione maiuscola, quasi a dire “Potevo essere decisivo anche con l’altra maglia azzurra!”

Trascinatore indiscusso nella serata del San Paolo, l’attaccante partenopeo sfodera una prova tutta qualità e concretezza, segnando il gol che sblocca il match e mettendo in costante apprensione la difesa rossonera. La truppa di Sarri consolida così il primato in classifica, a quota 35 punti. Generoso e volitivo il Milan, ma troppo poco concreto lì davanti. La compagine meneghina esce sconfitta da un altro scontro diretto con una big e vede allontanarsi quasi definitivamente il treno Champions League.

Milan ultime notizie : Il tabellino della gara

NAPOLI(4-3-3) : Reina; Hisaj, Albiol, Koulibaly, M. Rui(Maggio 66′); Allan, Jorginho, Hamsik(Zielinski 69′); Callejon(Rog 79′), Mertens, Insigne

A disposizione : Sepe, Rafael, Chiriches, Maksimovic, Diawara, Giaccherini, Ounas

Allenatore : Maurizio Sarri

MILAN(3-4-2-1) : G. Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Romagnoli; Borini(Abate 77′), Kessie, Montolivo(Biglia 85′), Bonaventura; Suso(A. Silva 45′), Locatelli; Kalinic

A disposizione : A. Donnarumma, Storari, Zapata, Gabbia, Antonelli, Mauri, R. Rodriguez, Cutrone

Allenatore : Vincenzo Montella

Marcatori : 33′ Insigne(N), 72′ Zielinski(N), 91′ Romagnoli(M)

Ammoniti : Albiol, Allan(N), Borini(M)

Espulsi : /

Arbitro : Doveri

Assistenti : Costanzo – Crispo

IV Uomo : Di Bello

VAR : Valeri

AVAR : Dobosz

Milan ultime notizie : il racconto del match

INSIGNE TRASCINA IL NAPOLI

La prima mezz’ora di partita è caratterizzato da un possesso di palla prolungato da parte della compagine rossonera, che ha il merito di scendere in campo al San Paolo senza timore di giocare ma il demerito di non rendersi praticamente quasi mai pericoloso dalle parti di Reina; di contro vi è un Napoli solido in difesa – la prova di Koulibaly su tutti, come di consuetudine, è di assoluto livello – e decisamente più temibile della squadra ospite quando comincia ad aumentare il ritmo del suo gioco offensivo. Al 12′ è Callejon ad impensierire per la prima volta nel match Donnarumma, bravo a respingere prontamente un colpo di testa ravvicinato dello spagnolo.

Al 33′ il Napoli la sblocca. Jorginho inventa e imbuca centralmente per Insigne, sul filo del fuorigioco l’attaccante partenopeo aggancia il pallone con il destro e trafigge Donnarumma, che può solo toccare la sfera. Doveri inizialmente annulla il gol ma poi, con il consulto della VAR, convalida la segnatura. Il 4° gol in questo campionato del n. 24 azzurro porta avanti i padroni di casa. Da qui alla fine del primo tempo comincia il monologo della truppa di Sarri, padrona assoluta del campo. E nel predominio partenopeo si scatena Insigne. Il folletto azzurro colpisce un palo – a gioco fermo, per una posizione di fuorigioco al limite dell’irregolarità – e all’ultimo secondo della prima frazione, dopo aver scambiato con Hamsik, lascia partire un gran tiro a giro col destro, Donnarumma si supera e para allungandosi sulla sua sinistra. Il primo tempo si chiude con i partenopei meritatamente in vantaggio.

Milan ultime notizie, Secondo Tempo : Senza troppi patemi i partenopei portano a casa i 3 punti

Il primo tempo comincia con la squadra ospite intenta a cercare di rimettere la sfida in equilibrio nel risultato, ma i rossoneri si limitano al solito possesso palla sterile. E infatti è il Napoli ad avere le occasioni per raddoppiare : al 47′ Insigne trova centralmente Mertens, il belga da buona posizione conclude di prima intenzione ma il suo tiro è centrale e Donnarumma riesce a salvare la propria porta; 3 minuti più tardi ci prova invece Hamsik, il capitano napoletano riceve palla sul versante sinistro dell’area di rigore milanista, si gira e calcia in porta col sinistro, trovando ancora una volta la pronta risposta di Donnarumma.

La squadra di Sarri controlla la partita senza particolari sofferenze, cercando di pungere in contropiede con le sue frecce offensive. Di fatto proprio da un contropiede nasce il raddoppio azzurro. Zielinski – entrato al 69′ al posto di Hamsik – porta palla centralmente e scarica sulla sinistra per Mertens, il belga controlla e lancia velocemente il n. 20 partenopeo nello spazio, a tu per tu con Donnarumma il polacco, da posizione defilata, conclude sotto le gambe del portierone rossonero. 2-0 per la squadra di casa a poco meno di 20 minuti dalla fine delle ostilità. Segnatura che mette inevitabilmente in discesa la partita per il Napoli e rende la sfida una vera e propria montagna da scalare per i ragazzi di mister Montella.

Milan ultime notizie: non basta la reazione d’orgoglio

Al 76′ ci prova Bonaventura dal limite dell’area partenopea, Reina smanaccia in calcio d’angolo. Il Milan la riapre a sorpresa solo nel recupero – 3 i minuti assegnati da Doveri – con un sinistro improvviso e di ottima fattura da parte di Romagnoli, abile a raccogliere un pallone vagante e a scaraventarlo in rete con ottima coordinazione. Reazione rossonera che arriva troppo tardi. Finisce 2-1 per il Napoli. Il Diavolo esce battuto anche dall’ultima sfida con una squadra di vertice, il bilancio complessivo è impietoso.

Sono 6 sconfitte su 6 gare contro le prime 6 squadre in classifica. Sono già 11 i punti di distacco dalla Roma, quarta in classifica e che ha giocato una gara in meno rispetto alla compagine meneghina. A dimostrazione di quanta sia considerevole al momento la distanza, in termini di punti e dal punto di vista tecnico, con le prime posizioni; a dimostrazione di come sia diventata per la squadra di mister Montella una vera e propria impresa l’accesso alla massima competizione europea.

Serie A, risultati 13a giornata: la Juve cade a Marassi. Incubo Benevento

Milan ultime notizie : Top & Flop

TOP

Romagnoli – Buona la prova del centrale rossonero, in una serata dove la prestazione di squadra è da dimenticare. Riesce a limitare con successo le giocate di Callejon, lo spagnolo infatti nell’arco dei 79 minuti giocati risulta essere il meno pericoloso del tridente offensivo napoletano. Si permette anche il lusso di siglare il secondo gol consecutivo in campionato con un gran sinistro al volo dalla distanza, una rarità per un difensore centrale. Unica pecca è aver tenuto in gioco Insigne in occasione del primo gol, anche se parliamo di centimetri.

FLOP

Musacchio – Il difensore argentino ritorna titolare in campionato dopo 2 panchine consecutive e non lo fa nel migliore dei modi. Anzi. Dalle sue parti si trova di contro Insigne, il migliore in campo nell’arco dei 90 minuti, e non riesce minimamente a limitarne il potenziale offensivo. Il n. 24 napoletano fa quel che vuole sul versante destro della difesa rossonera, sovrastando in ogni modo il malcapitato centrale ex Villarreal.

Bonaventura – Valore aggiunto e trascinatore tecnico negli ultimi deludenti anni milanisti; sarà per la collocazione tattica, sarà per la precaria condizione fisica ma anche Jack quest’anno sembra essere stato risucchiato nel vortice di prestazioni negative, che caratterizzano questo tormentato avvio di campionato rossonero. Tanto impegno al San Paolo ma in fase offensiva non salta mai l’uomo, non si rende mai pericoloso in area partenopea. Ci si ricorda di lui solo per un tiro, da buona posizione, eseguito in maniera non impeccabile.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: