pubblicato: mercoledì, 29 Nov, 2017

articolo scritto da:

Personale Ata: modello D3 su Istanze online, inserimento scuole a marzo?

Personale Ata: modello D3 slitta a marzo?

Personale Ata: modello D3 su Istanze online, inserimento scuole a marzo?

Ormai è evidente lo slittamento al prossimo anno della scelta scuole per il personale Ata interessato alle graduatorie 2017/2020. Il modello D3 su Istanze Online tarda ad arrivare e alcune voci di corridoio lo danno per la prossima primavera. Le segreterie scolastiche restano oberate di lavoro a al momento sono state lavorate circa la metà delle domande pervenute. All’appello mancherebbero altre 900 mila domande e con il ritardo dei lavori, il Miur ha deciso di prorogare le vecchie graduatorie relative al triennio 2014/2017 anche per l’anno scolastico 2017/2018. Quello stesso lasso di tempo che è diventato vuoto per chi ha presentato domanda entro il 30 ottobre 2017.

Personale Ata: novità da marzo 2018?

Si attende l’apposito decreto ministeriale per confermare il prolungamento delle vecchie graduatorie all’anno scolastico in essere. Mentre chi ha presentato domanda a fine ottobre di quest’anno, dovrà aspettare ancora molto. Causa l’enorme mole di lavoro sbrigata dalle segreterie scolastiche, che ha causato ritardi non indifferenti. Pertanto, chi attende le nuove graduatorie dovrà aspettare il prossimo anno scolastico per essere inserito nelle scuole di preferenze. Certamente bisognerà seguire gli sviluppi in materia, perché prima bisognerà compilare il modello D3, poi attendere l’esito delle graduatorie provvisorie. Quindi seguirà il periodo dei reclami e infine le graduatorie definitive.

Il modello D3 dovrebbe pertanto uscire nel 2018. E sebbene non ci sia ancora una data ufficiale, voci di corridoio parlano della prossima primavera. Altre, più pessimiste, parlano invece di uno slittamento a estate 2018, o addirittura al prossimo settembre. Tuttavia, una data certa ancora non c’è. E ciò che emerge sono solo rumors da prendere con la dovuta cautela.

Personale Ata: la rabbia dei sindacati sul ritardo

A parlare degli incresciosi ritardi è Giuseppe Mascolo, segretario generale di Ugl Scuola. Come riporta Tecnica della Scuola, Mascolo ha puntato il dito contro il Miur, il quale, “dopo aver fatto presentare ai candidati la domanda di inclusione/conferma/aggiornamento, non si esprime in merito alle tempistiche per l’inserimento delle scuole”. Mascolo denuncia anche l’evidente volontà di far slittare le graduatorie. “Se la procedura fosse stata fatta in primavera, non si sarebbero verificate problematiche relative alla stipula dei contratti di lavoro a tempo determinato fino all’avente diritto. I quali, in base al vigente dettato contrattuale, non possono essere assegnati al personale di ruolo già in servizio con qualifica inferiore”.

Insomma, il ritardo dei lavori e il silenzio del Miur sulle tempistiche dell’inserimento fanno e continueranno a far discutere. A noi non resta che attendere nuove evoluzioni della situazione e aggiornarvi quanto prima sulle ultime novità.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: