pubblicato lunedì, 19 Febbraio 2018

articolo scritto da

Elezioni politiche: lista ministri M5S a breve, Di Maio conferma

elezioni politiche 2018

Elezioni politiche: lista ministri M5S a breve, Di Maio conferma

Ieri, in un gremito Teatro Comunale di Torino, il candidato premier del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio ha rassicurato gli elettori: “presenteremo la squadra dei ministri a giorni; qualcosa che non è mai successo prima nella storia di questa Repubblica”. Secondo alcune indiscrezioni riportate da Affari Italiani la lista sarebbe dovuta essere diffusa già questa settimana; d’altra parte, sembra che si siano messi di traverso alcuni rifiuti “eccellenti”. In ogni caso, pare chiaro che gli elettori conosceranno la squadra pentastellata a ridosso del 4 marzo. Alcune testate si sono sbilanciate e hanno accreditato la data dell’1 marzo come giorno stabilito per la comunicazione.

Elezioni politiche: lista ministri M5S a breve, Di Maio conferma

“Vogliamo mettere le persone giuste al posto giusto” ha di recente sintetizzato Di Maio a proposito della sua squadra di governo in un’intervista alla Stampa. È presto per fornire dei nomi vista l’impenetrabilità dei 5 stelle sul tema. Tuttavia, si può già evidenziare come si parli con insistenza in ottica esecutivo, per esempio, di Alessandro Di Battista. Ha scelto di non candidarsi a questa tornata; è probabile che per lui ci sia un ruolo interno al partito, magari come portavoce. D’altra parte, nel suo futuro potrebbe esserci anche un ruolo alla Farnesina o al Viminale.

Per il ministero degli Esteri strada sembra spianata per Manlio Di Stefano, all’Interno la “prima scelta” è Antonino Di Matteo. Oltre al magistrato anti-mafia, verrebbe dato spazio anche ad altri tecnici tra cui Luigi Zingales, andrebbe all’Economia, e Salvatore Settis per il ministero della Cultura. Il posto di “Guardasigilli” da tempo sarebbe stato promesso ad Alfonso Bonafede. A Danilo Toninelli, invece, potrebbe essere affidato il dicastero delle Riforme; circola i nomi di Giulia Grillo Paola Taverna per la Sanità. Infine, per il ministero “chiave” delle Telecomunicazioni con tutta probabilità la scelta ricadrebbe su Roberto Fico.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

articolo scritto da: