05/03/2018

Elezioni politiche italiane 2018: proiezioni Opinio Camera, M5S oltre il 32%

autore: Alessandro Faggiano
elezioni politiche italiane 2018

Elezioni politiche italiane 2018: proiezioni Opinio Camera, M5S oltre il 30%

Per le prime proiezioni alla Camera di Opinio per Rai, si conferma la supremazia di Movimento 5 Stelle e Centrodestra. Liberi e Uguali va leggermente meglio alla Camera piuttosto che al Senato. Ricapitoliamo la situazione della seconda Camera.

Elezioni politiche italiane 2018: proiezioni al Senato confermano exploit 5 Stelle e crollo PD

Le proiezioni al Senato sembra abbiano affermato la vittoria in pompa magna del Movimento 5 Stelle. I pentastellati dovrebbero affermarsi con una percentuale che oscilla tra il 31% e il 33%, con un margine d’errore già molto basso.

Debacle, invece, per le formazioni di sinistra. Il Partito Democratico potrebbe chiudere al di sotto del 20% al Senato. La coalizione di centrosinistra potrebbe non superare il 25%. Anche +Europa di Emma Bonino non riesce a raggiungere il 3%, nonostante i sondaggi confermassero una tendenza positiva che faceva ben sperare la storica leader radicale.

Sorride anche la Lega, che sembra riuscire a sorpassare Forza Italia. Il partito di Salvini potrebbe arrivare al 17% al Senato, un risultato che lo avvicinerebbe, di molto, al Partito Democratico.

Anche questa volta, i sondaggi non hanno misurato il valore delle forze politiche in gioco. Dopo essere stato fortemente sovrastimato alle elezioni europee del 2014, il Movimento 5 Stelle

Qui, il link per le proiezioni al Senato

Elezioni politiche italiane 2018: proiezioni Opinio (RAI). Alla Camera, M5S vicino al centrodestra

Nelle proiezioni alla Camera, si conferma la vittoria del Movimento 5 Stelle, che sarà primo partito e con ampio margine. A breve la seconda.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →