articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Elezioni politiche italiane 2018: candidati eletti con LeU, i 18 nomi

elezioni politiche italiane

Elezioni politiche italiane 2018: candidati eletti con LeU, i 18 nomi

Le appena scorse elezioni politiche italiane non hanno delineato un vincitore netto ma, se da una parte hanno visto l’affermazione di Lega e M5s, dall’altra hanno segnato la grande disfatta della sinistra italiana. All’interno di questa, in particolare, c’è stato l’insuccesso del nuovo progetto politico della sinistra esterna all’area dem, quella di Liberi e Uguali.

La giovane formazione infatti – composta da Mdp-Articolo1, Possibile e Sinistra Italiana – è riuscita a superare di poco la soglia di sbarramento, ottenendo solo il 3,4% dei consensi; una percentuale che non gli ha permesso di conquistare nessun collegio uninominale, ma di eleggere i suoi candidati solo in quota proporzionale.

Chi ha vinto le elezioni politiche italiane 2018

Elezioni politiche italiane: chi sono gli eletti di LeU

Sono in totale 18 i deputati e senatori eletti con LeU, 14 deputati e 4 senatori. Per quando riguarda Palazzo Madama, a fare il loro ingresso in rappresentanza della giovane formazione saranno il suo leader – forse ancora per poco – Pietro Grasso (Sicilia); Vasco Errani (Emilia-Romagna); Francesco Laforgia (Lombardia); Loredana De Petris (Lazio).

Spostandoci invece a Montecitorio, ad essere stati eletti con LeU sono la sua ex presidente Laura Boldrini (Lombardia); sei deputati in quota Mdp come Roberto Speranza (Toscana); Nico Stumpo (Calabria); Michele Rostan (Campania); Guglielmo Epifani (Sicilia); Federico Fornaro (Piemonte) e Pierluigi Bersani (Emilia). Quattro sono poi i grandi ritorni alla Camera in quota SI, come il suo segretario Nicola Fratoianni (Piemonte); Stefano Fassina (Lazio) ed Erasmo Palazzotto (Sicilia). Unico e solo eletto in quota Possibile invece è Luca Pastorino. Infine, tra le file di LeU, ci sono anche dei neofiti dei palazzi romani, come l’ex assessore molisano e avvocato Giuseppina Occhionero; l’ex presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni e Federico Conte, avvocato salernitano e coordinatore locale di Mdp – figlio dell’ex ministro socialista Carmelo Conte.

E’ importante precisare che questi parlamentari eletti con LeU andranno – con tutta probabilità e salvo decisioni particolari dei futuri presidenti di Montecitorio e Palazzo Madama – a riversarsi nel gruppo Misto; il loro numero è d’altronde troppo esiguo e non gli consente di formare gruppi autonomi, né alla Camera, dove servono almeno 20 deputati, né al Senato dove il numero minimo è di 10 senatori.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 7 Marzo 2018