• 4
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 13 marzo, 2018

articolo scritto da:

Conto corrente di Poste Italiane, come averlo gratis e online

Conto corrente Poste Italiane gratis e online

Conto corrente di Poste Italiane, come averlo gratis e online.

Un articolo del Corriere ha evidenziato come il conto corrente bancario sia sempre più caro. Ma che al tempo stessi gli interessi sono fermi a zero. Dati alla mano, i conti più convenienti sono quelli degli istituti di Stato, come Poste Italiane. Il quotidiano milanese ha scritto che “da fine novembre il costo annuo di un conto tradizionale usato nel canale online è salito in media del 3,8%, a 106 euro; mentre l’incremento è dell’1,5% a 134 euro per il conto normale”; con i costi già aumentati l’anno scorso. Meglio quindi guardare alle Poste? Alla luce dei numeri, avere un conto corrente alle Poste potrebbe risultare più conveniente. Ecco come fare per aprirlo gratis e online.

Conto corrente di Poste Italiane: come azzerare il canone mensile

Cosa prevede un conto corrente alle Poste Italiane? Stando all’informativa visibile sul sito delle Poste, il Conto BancoPosta comprende una Carta BancoPosta, a cui collegare servizi internet e mobile banking. Il canone mensile? 4 euro. Che peraltro risultano anche azzerabili, per i conti aperti dall’8 maggio al 31 dicembre 2017, con 1 Accredito + 3 Prodotti. Più precisamente:

  • Accredito nel mese a scelta tra stipendio o pensione, con bonifico in entrata di almeno 700 euro o Postagiro per liberi professionisti o ditte individuali; effettuato da un conto BancoPosta dedicato alla propria attività professionale al nuovo Conto BancoPosta.
  • 3 Prodotti a scelta tra: secondo accredito stipendio/pensione; domiciliazione utenze; Carta di Credito; Fido, Prestito; Cessione del Quinto; Mutuo; Polizza Vita; Polizza protezione beni e persone; Prodotti di investimento.

Per aprire un conto BancoPosta sarà sufficiente recarsi presso un qualsiasi ufficio postale. Bisognerà avere con sé documento di identità e codice fiscale per l’acquisizione dei dati necessaria alla definizione della procedura. Un conto BancoPosta consente l’accredito dello stipendio o della pensione; la domiciliazione delle utenze ai fini del pagamento delle bollette. Oltre alla carta di debito BancoPosta, non manca tra i prodotti disponibili la carta di credito BancoPosta.

Inoltre, grazie all’app BancoPosta disponibile per dispositivi iOS e Android, sarà possibile accedere al conto ovunque e in qualunque momento.

Buoni fruttiferi: i migliori da sottoscrivere.

Conto corrente online Poste Italiane: informazioni utili

Poste informa che è possibile gestire il proprio conto direttamente online. In questo caso non ci sarà bisogno di andare ogni volta in un ufficio postale per effettuare le operazioni. Come titolare di un conto BancoPosta sarà possibile attivare quindi BancoPosta Online. Per avere accesso ai servizi online e gestire il proprio conto su PC, smartphone e tablet sarà necessario iscriversi al sito poste.it. Online si potranno effettuare sia operazioni informative, per consultare il saldo e i movimenti del conto e delle carte; sia operazioni dispositive, come ad esempio il pagamento dei bollettini, bonifici e vaglia postali.

Per effettuare le operazioni dispositive sarà necessario avere il Codice dispositivo conto. Quest’ultimo si compone del Codice Conto (un codice statico di 4 cifre); e un codice SMS per ogni operazione dispositiva che si andrà effettuare; ovvero un codice che andrà usato solo per quella specifica operazione in quel determinato momento e poi potrà essere cancellato.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Avete fiducia nel nuovo governo?

Votate il sondaggio

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Video crisi banche

Video crisi banche

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

articolo scritto da: